Venerdì 20 giugno si celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato, istituita nel 2001 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Tante le iniziative organizzate in città per coinvolgere e sensibilizzare la popolazione sulla presenza dei richiedenti asilo, tra cui un convegno sul tema previsto per sabato 21.

In questi giorni il nostro Paese si trova ad affrontare l’arrivo di una grande quantità di migranti, persone disposte ad attraversare il Mediterraneo per fuggire da condizioni drammatiche dei loro Paesi d’origine e fare richiesta di asilo in Italia. Al riguardo, la Costituzione italiana all’art.10 comma 3 recita: “Lo straniero, al quale sia impedito nel suo Paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d’asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge”.

Anche quest’anno, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato del 20 giugno, il Comune di Bologna promuove un calendario di iniziative di sensibilizzazione sul diritto di asilo, in collaborazione con lo SPRAR, la rete regionale Emilia-Romagna Terra di Asilo e con il contributo di una serie di Enti pubblici e realtà del Terzo settore. La Giornata è stata istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite in occasione delle celebrazioni dei 50 anni dalla Convenzione di Ginevra sullo status dei rifugiati del 1951.

Sotto le Due Torri prosegue la campagna “Bologna Cares!“, progetto di comunicazione partito nel mese di maggio per sensibilizzare la cittadinanza sulla presenza dei rifugiati accolti in città, che culminerà sabato 21 giugno con un convegno in Sala Borsa sul tema “L’Italia e il sistema europeo comune di asilo”: rappresentanti della Commissione europea, del Governo italiano, delle istituzioni locali, di agenzie europee di accoglienza e della società civile si confronteranno sul tema delle politiche d’asilo in Europa e del sistema di accoglienza in Italia e a Bologna.

Il calendario si articola in quindici eventi di vario tipo in programma fino al 21 luglio, ma concentrati soprattutto in questa settimana a Bologna: laboratori, concorsi fotografici, feste di strada, presentazione di libri e di film, campagne di comunicazione, convegni, spettacoli teatrali, fumetti, installazioni artistiche, incontri con rifugiati. Durante i mesi di giugno e luglio, sugli autobus cittadini saranno affisse 600 locandine (come quelle che vedete in foto) contenenti foto e stralci di memorie autobiografiche di richiedenti asilo.