In tutto il mondo la pandemia di Covid-19 sembra fuori controllo. Dai conteggi della Johns Hopkins University, i contagi hanno superato i 44 milioni: un aumento di oltre cinque milioni di infezioni in soli 12 giorni.
Lo scenario peggiore si conferma quello degli Stati Uniti, dove mezzo milione di persone sono risultate positive in una sola settimana, 73mila in 24 ore, con 985 decessi. A livello continentale, però, è la vecchia Europa che sembra passarsela peggio: in una settimana il numero di decessi è salito del 40% e ciò induce a forme di quarantena e al ritorno del lockdown alcuni Paesi, in primis la Francia.

Francia, il discorso di Macron annuncerà un nuovo lockdown a partire da domani

Questa sera il presidente francese Emmanuel Macron terrà l’ennesimo discorso alla nazione. Anche se non vi è certezza dei contenuti, tutti sono certi che arriverà un nuovo lockdown a partire dalla mezzanotte. Negli ultimi giorni, in Francia, si contano 50mila contagi quotidiani.
Da Parigi abbiamo raccolto la corrispondenza di Lorenzo Battisti, che riporta come l’umore prevalente fra i francesi sembra essere quello della rassegnazione. Non si sono però verificate le scene di panico della prima ondata, con l’assalto ai supermercati.

Gli elementi che sembrano aver fatto impennare i contagi sono simili a quelli italiani: la riapertura delle scuole, l’affollamento dei mezzi pubblici, ma anche una reticenza dei francesi al corretto utilizzo dei dispositivi di protezione, mascherine e distanziamento in primis, si aggiungono a studi che evidenziano come, dagli anziani, il virus sia passato spesso ad adolescenti e pre-adolescenti che, essendo spesso asintomatici, non riescono ad essere tracciati.

ASCOLTA LA CORRISPONDENZA DI LORENZO BATTISTI: