Anche quest’anno torna, per la quarta edizione, BAUM Festival: al parco del Dopolavoro Ferroviario il 7, 8 e 9 giugno. BAUM Festival è un contenitore che racchiude moltissime attività: dalle tre serate di musica ad uno spettacolo al teatro Testoni, dalle mostre alla Baumhaus alle performance artistiche, fino ad arrivare al cinema nell’arena Puccini.

Torna il Baum Festival

Difesa Contro le Arti Oscure”. È questo il tema della quarta edizione di BAUM Festival, che si svolgerà al parco del Dlf dal 7 al 9 giugno.
In questo periodo storico in cui le fake news ci bombardano alimentando le nostre paure, personali e collettive, in cui veniamo spinti a puntare il dito contro chi è “diverso”, in cui è sempre più difficile ritagliare spazi culturali sociali e inclusivi, il BAUM Festival, attraverso le sue attività, si propone di portare una boccata d’ossigeno alla Bolognina, puntando i riflettori sui temi dell’inclusione, della socialità, della condivisione degli spazi. E soprattutto vuole farlo per tutti, dato che l’ingresso al festival è completamente gratuito.

Al Dlf ha sede anche la BAUMHAUS , un luogo aperto, un open space versatile e polifunzionale, un luogo d’incontro del quartiere in cui si fa cultura, formazione, si organizzano mostre e dibattiti, in cui ogni energia è spesa per farne un punto di riferimento per tutti. È qui che si terrà una preview del festival, il 5 giugno, con l’incontro “Intelligenza Artificiale & Creatività”. Nella stessa location, il 7 giugno, giorno di inaugurazione del festival, andrà in scena “Impegno civico, cittadinanza attiva e competenze trasversali: i nuovi strumenti che l’Università mette in campo contro le arti oscure”; l’8 giugno si terrà il workshop “SDD.BO #6 Il design come antidoto contro la paura”.

Parlando di musica, venerdì 7 giugno il festival propone il live di Clavergold, col nuovo album “Lupo di Hokkaido” ed Enigma e Jay Jhona che presenterà il suo ep Eclipse; sabato 8 Any Other, Campos e Pashmak col nuovo album Atlantic Thoughts; domenica 9 Forelock & Arawak ed Emanuele Triglia.
Sabato, inoltre, avrà luogo la performance teatrale “Storie a vapore” a cura di La Baracca e domenica il festival si concluderà con la proiezione del film La Storia Infinita all’Arena Puccini. E ancora domenica, alle 18.30, la performance di pittura sonora di Angelo Sicurella e Igor Palminteri “300 gr“.

Per il programma completo clicca qui.

ASCOLTA LA PRESENTAZIONE AI NOSTRI MICROFONI:

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61