Jazz&Wine of Peace: musica, cultura e benessere

Ottimo Vino, Tanta Bella Musica ed un Ambiente Sereno: Ingredienti Semplici per Stare Bene!

Da giovedi 20 a domenica 23 ottobre si terrà a Cormons la rassegna musicale “Jazz&Wine of Peace”. Per quanto riguarda il vino il successo è assicurato, visto che la terra di Friuli è famosa per le sua Ribolla o il suo Schiopettino.

Il Jazz invece viene garantito ancora una volta dalla competente organizzazione che anche quest’anno propone un cartellone di grande interesse.

Si comincia con il gruppo di Bobby Previte che apre all’insegna di una commistione di musicisti di notevole valore come Bobby Previte alla batteria – Wolfgang Puschnig all’alto – Gianluca Petrella al trombone – Wayne Horvitz al piano, keyboards – Steve Swallow al basso elettrico. Già l’elenco di tanta qualità in una combo è rimarchevole, l’intelligenza musicale del percussionista garantisce per il progetto d’insieme.

Anche la sera di venerdì presenta un signor gruppo: Rob Mazurek -STARLICKER con ospite speciale la flautista Nicole Mitchell. Mazurek, già conosciuto per la Exploding Star Orchestra, formazione di punta della scena odierna che spesso ha ospitato musicisti quali Bill Dixon e Roscoe Mitchell, si presenta in Friuli con altre composizioni a conferma della capacità ideativa del personaggio.

Più MainStream la proposta del sabato sera con la musica del chitarrista Abercrombie. Ciò che stuzzica la curiosità dei buongustai è la qualità della formazione (John Abercrombie:  guitar – Mark Feldman: violin – Thomas Morgan:  bass – Joey Baron: drums). Per i palati più esigenti, qualche ora prima , arriva KRIS DAVIS-INGRID LAUBROCK-TOM RAINEY Trio. Kris Davis è una musicista straordinariamente dotata, capace sia di interventi energici ed incisivi, sia di sfumature delicate e liriche. Attenzione a Tom Rainey, batterista da tempo considerato una costante nell’avanguardia newyorkese.

Domenica sera gran finale con l’arrivo dagli Usa di STEVE COLEMAN and REFLEX. Coleman, considerato grande padre della Mbase Music, è in realtà un fine cesellatore di note bop in un contesto funky, ed il trio con cui si presenterà a questo festival potrà mettere in mostra tutte le sue capacità solistiche.

Già questo cartellone sarebbe importante in assoluto, ma viene arricchito da altre proposte che riempiono un week end tutto jazz (e dintorni): il duo italiano ROBERTO GEMO-SAVERIO TASCA “Eretici” nell’antica
Chiesa di San Giovanni in Borgo S. Giovanni, il THAT TRIO tedesco-inglese-austriaco (Uwe Oberg: piano – Paul Rogers: 7 string doublebass – Emil Gross: drums), il quartetto irlandese-svizzero (Christy Doran: electric guitar & composition – Hans-Peter Pfammatter: keyboards – Vincent Membrez: Moog-bass-synth Dominik Burkhalter: drums – Bruno Amstad: voice) oltre confine a Nova Gorica in Slovenia, un’altra formazione tutta italiana con il Fabio Giachino Trio (Fabio Giachino: piano – Davide Liberti: bass – Ruben Bellavia: drum) e il duo serb-francese BOJAN Z & JULIEN LOURAU (piano e sax).

Se poi proprio non sapete stare fermi, potete fare una capatina nella vicina Villa Manin, luogo storico per grandi manifestazioni espositive, e godervi la grande mostra sugli espressionisti. Chiude questa piccola ma intensa guida turistica al confine italo-sloveno la segnalazione che questo periodo è quello giusto per mangiarvi le canocchie al limone, così da concludere: Mens Sana in Corpore sano!

 

P.S. Sabato 29, ore 10.30 Speciale  Salt Peanuts sul festival!