Al giorno x di isolamento forzato cominciano a uscire gli scheletri nell’armadio. Perchè va bene ascoltare la musica underground o il cantautorato più impegnato, ma quanti di voi sotto sotto sono degli appassionati di musical? Abbiamo pensato che questa quarantena potesse essere anche un pretesto per riscoprire vecchi classici (o scoprirne di nuovi) per i fan della prima ora, per gli scettici o semplicemente per chi sentisse il bisogno di cantare a squarciagola e ballare. Se al momento la nostra vita sembra essere un film, almeno facciamolo diventare un musical! Perciò ecco 4 titoli imperdibili.

Jesus Christ Superstar

Questo è il titolo giusto per gli amanti dell’ hard rock (e non solo). Un Gesù Cristo/ Robert Plant interpretato da Ted Neeley che porta avanti quest’interpretazione ancora oggi, alla veneranda età di 76 anni, che però come tutte le rockstar si mantiene giovane.

Jesus Christ Superstar è un film del 1973, girato in Israele, diretto da Norman Jewison, trasposizione sul grande schermo del musical omonimo di Tim Rice, autore dei testi, e Andrew Lloyd Webber, autore della musica.

L’opera narra l’ultima settimana della vita di Cristo prima della morte per crocifissione. Per la loro interpretazione, rispettivamente di Gesù e Giuda, Ted Neeley e Carl Anderson sono stati candidati al Golden Globe nel 1974.

What’s The Buzz?”, “Everything’s Alright“, “Hosanna“, “Heaven on their minds“, “I Don’t Know How To Love Him“, “Superstar” sono solo alcune delle tracce musicali che hanno reso la colonna sonora del film un cult per tutti gli appassionati di Rock e Musica.

“Heaven on their minds” cantata da Carl Anderson/Giuda

Notre-Dame de Paris

Notre-Dame de Paris è uno spettacolo musicale scritto da Luc Plamondon, con la musica di Riccardo Cocciante, tratto dall’omonimo romanzo di Victor Hugo; il libretto in italiano è di Pasquale Panella. Il produttore è David Clemente Zard.

Accolto con un successo senza precedenti nel paese d’origine (è tuttora lo spettacolo musicale di maggior successo nella storia della Francia), Notre Dame de Paris ha suscitato la viva ammirazione di gran parte della critica francese, soprattutto per quanto riguarda i testi di Plamondon e le musiche di Cocciante.

“Il tempo delle cattedrali” interpretata da Matteo Setti/Gringoire

Nine

Nine è un musical del 2009 diretto da Rob Marshall. La pellicola è ispirata all’omonimo musical di Broadway, tratto da una pièce del commediografo aquilano residente a New York Mario Fratti che si rifà a sua volta a 8½ di Federico Fellini.

Grande merito si deve alla qualità del cast, composto da Daniel Day-Lewis, Penelope Cruz, Kate Hudson, Sophia Loren, Nicole Kidman, Judi Dench, Marion Cottilard, Fergie e anche attori italiani come Elio Germano, Valerio Mastandrea, Martina Stella.

Un musical certamente sottovalutato visto il mediocre successo ottenuto, che tuttavia riesce a scavare a fondo nella psicologia del protagonista Guido Contini, alter ego di Fellini.

La cantante Fergie/Saraghina nella celebre performance di “Be Italian”

Hamilton

Questa è veramente una chicca. Hamilton è un musical recente (quanti di voi ne hanno sentito parlare?) con musiche, testi e libretto di Lin-Manuel Miranda. Ispirato alla vita di Alexander Hamilton, uno dei padri fondatori degli Stati Uniti, si basa sulla biografia omonima del 2004 dello storico Ron Chernow. È uno dei nove musical su 83 ad aver vinto il Premio Pulitzer per la drammaturgia.

L’impronta hi-hop e rap delle canzoni conferisce quel tocco di modernità da renderlo oltre che molto ballabile, anche al passo coi tempi, nonostante l’ambientazione storica in costume. Tra le canzoni da ascoltare e riascoltare: “The Room Where It Happens“, “Non-Stop“, “Satisfied“, “My shot“.

Performance di “Satisfied”, atto 1 di Hamilton

Carlotta Curti

ASCOLTA LA PUNTATA DI ILEANA E CARLOTTA: