Manifestazione unitaria dei pensionati per rivendicare potere d’acquisto delle pensioni e welfare. I pensionati rappresentano il 70% degli indigenti.

Paladozza gremito questa mattina per un’iniziativa indetta da Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uil Pensionati contro le misure del governo Monti. Una manifestazione unitaria che, come sottolineato da tutti gli interventi che si sono succeduti nel corso della mattinata, rappresenta un valore in sé, visti gli attuali rapporti tra le diverse sigle sindacali.

Il ritiro del blocco dell’indicizzazione delle pensioni, la riduzione del carico fiscale e chiarezza su cosa succederà al fondo non-autosufficienti: queste le richieste avanzate dal fronte sindacale nei confronti non solo del governo centrale, ma anche verso le Regioni e i Comuni.

Quello che è emerso dalla manifestazione non è solo un’esortazione all’esecutivo Monti a non accanirsi sulle fasce più deboli della popolazione, ma anche un invito alle forze politiche che si candidano al governo del paese di farsi carico delle esigenze e dei bisogni dei pensionati.

Paolo Antoniazzi

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoRevisionismo e negazionismo, quale Giornata della Memoria?