Una delle novità del palinsesto 2020/2021 di Radio Città Fujiko è Nanga Parbat, ogni domenica alle 12.30: uno spazio di viaggi sostenibili, turismo lento, cammini, recensioni di guide, esperienze on the road e grandi avventure di viaggio che Jonathan Ferramola propone da 7 anni nell’etere e sul web, sui canali spreaker e spotify.

Nanga Parbat è la nona montagna più alta della Terra, che domina il Kasmir pakistano dall’alto dei suoi 8125 metri. In lingua urdu significa “the killer mountain” per la sua inaccessibilità estrema. Una sfida che numerosi alpinisti da Reinhold Messner a Simone Moro hanno tentato di vincere, ma che in pochi sono riusciti a conquistare.

E come dei piccoli alpinisti ostinati, anche nel 2020 cercheremo di sfidare una pandemia globale e interi continenti praticamente inaccessibili e parleremo di viaggi sostenibili e turismo lento anche in tempi di Covid.

Ma dove andare? Cosa vedere? Come farlo?

Un viaggio all’insegna della sostenibilità ce lo propone ad esempio Fabio Ciconte, giornalista e attivista, direttore dell’associazione ambientalista Terra e portavoce della campagna FilieraSporca contro lo sfruttamento del lavoro in agricoltura. Impegnato da anni su tematiche ambientali e sociali, ha curato e redatto diversi studi, ricerche e inchieste giornalistiche sulle filiere agroalimentari. Nel suo ultimo libro Fragole d’Inverno, edito da Laterza, ci porta in un “viaggio nel mondo dell’agricoltura alle prese con il cambiamento climatico, un viaggio che racconta però anche il rovescio della medaglia, cioè le gravi responsabilità dell’agricoltura industriale nella crisi ecologica, perchè capire il nesso tra il cibo e i cambiamenti climatici è oggi fondamentale, perché l’agricoltura e gli altri usi della terra sono responsabili del 23% delle emissioni totali, una cifra che arriva al 37% se si considera tutta la filiera.

Tante storie on the road, dai coltivatori di albicocche in Toscana ai viticultori in Veneto, di chi non ha rinunciato a “lavorare la terra per evitare gli effetti peggiori del cambiamento climatico e salvare una agricoltura che permette agli italiani di portare ancora in tavola un cibo di eccellenza”.

Ascolta l’intervista a Fabio Ciconte su www.spreaker.com/user/jferramola/puntataciconte