L’evento, all’interno del cartellone del Festival La Violenza Illustrata, si terrà venerdì 3 dicembre dalle ore 17:30 alle 19:00 presso la Biblioteca delle Donne e sarà un’occasione di dialogo e mostra con artiste donne impegnate in un ottica che vede coinvolte arte e violenza di genere.

Un incontro-mostra per parlare di arte e violenza contro le donne

Sarà un dibattito ed un intervista con artiste che sono attive contro la violenza contro le donne, arte e violenza di genere nella prospettiva della costruzione di uno scenario fuori dagli stereotipi, possibile grazie ad una forza che parte dal dolore. Abbiamo intervistato Anna Pramstrahler della Casa delle Donne per non subire violenza Onlus che ci racconta «questo evento parla di come le donne esprimono l’arte o la creatività legata alla violenza che non è una cosa semplice, perché per esprimere la violenza ci vuole una presa di coscienza, una capacità espressiva ed una riflessione su come esprimerla».

L’evento è promosso dalla Biblioteca Assemblea legislativa Regione Emilia-Romagna e dalla Biblioteca Italiana delle Donne. Sono state coinvolte artiste diverse, Antonella Di Vita, Creative Director che ha lavorato tanti anni sull’espressività e la creatività delle donne nell’arte femminista, Ana Cecilia Hillar, artista e docente del Dipartimento di Beni Culturali dell’Unibo che mostrerà le sue opere, Benedetta Jandolo, artista e impegnata con l’Associazione Donne d’arte e Sabina Ghinassi, critica d’arte e giornalista.

Per l’evento è necessario avere il green pass e l’accesso è gratuito senza necessità di prenotazione.

ASCOLTA L’INTERVISTA AD ANNA PRAMSTRAHLER:

Articolo precedenteUna Finanziaria equa è possibile: le controproposte di Sbilanciamoci!
Articolo successivoIl pediatra prescrive “Sciroppo di teatro”