Quartetto Scandellara: un repertorio che va da Billie Holiday ad Amy Winehouse

Nel 2014 nasce il progetto di valorizzazione di un repertorio che comprende le migliori canzoni composte dagli anni ’30 ad oggi. L’idea ha preso forma grazie ad Andrea Raffini, già chitarrista dei “Nero Marrone”, il quale assieme a Cristina Alati (voce), Mirco Pellati (batteria) e Simone Soravia (contrabbasso), ha dato vita al Quartetto Scandellara. Il Quartetto Scandellara sono il primo gruppo della penisola ha diffondere il verbo del Tiepid Jazz, esibendosi con un repertorio che va da Billie Holiday, passando per Carol King e Madeleine Perreaux, per arrivare a Grace Jones e Amy Winehouse. Il gruppo, inizialmente pensato con chitarra acustica e contrabbasso, vede poi l’ingresso di Davide Blandamura al basso, in sostituzione di Simone Soravia; a questo punto, il Quartetto approda a sonorità più elettriche.

Rimane ancora folgorante la registrazione della performance nella primavera del 2019 allo Studio Florian, in Cirenaica, ma sfortunatamente alcuni imprevisti e la successiva pandemia hanno impedito l’appropriata diffusione del prodotto. Una breve sospensione dell’apporto di Davide Blandamura purtroppo ancora in corso, ha obbligato il gruppo a ricercare un altro bassista e la scelta è ricaduta su un altro fondatore dei “Nero e Marrone”: Goffredo Bagnoli. Per l’occasione l’esecuzione è arricchita dal contributo di Enrico Bonora al sax tenore e al flauto traverso.

La performance prevede l’esecuzione di queste canzoni in versione Tiepid Jazz:
It’s too late: Carol King
Libertango: Grace Jones
Blue Alert: Madeleine Perraux
You Know I’m no good: Amy Winehouse
Night and Day: Frank Sinatra

ASCOLTA L’INTERVISTA AL QUARTETTO SCANDELLARA:

Articolo precedenteRiders di nuovo in mobilitazione, assemblea nazionale verso lo sciopero
Articolo successivoVaccini, rischio esclusione per chi è già socialmente fragile