Durante la pandemia di coronavirus sentiamo ripetere come un mantra l’espressione “non sarà più come prima”. A dire il vero le opzioni sono solo due: le cose peggioreranno o miglioreranno.
Il nostro mondo, infatti, è già contraddistinto da diseguaglianze, ingiustizie, sopraffazione e guerre. L’emergenza sanitaria ha portato a galla mille contraddizioni pregresse che riguardano, tra le altre cose, il lavoro, l’economia, l’ambiente, la libertà di movimento. In tre parole, il modello di sviluppo.

Alcune istituzioni stanno affidando a delle task force di cosiddetti “esperti” la pianificazione di quella che sarà la società finita l’emergenza. Riteniamo che sia un approccio sbagliato e pericoloso, perché quello che succederà dopo deve essere deciso e pianificato in modo democratico.
Per questo motivo Radio Città Fujiko lancia la campagna “Il mondo dopo”, con cui intende raccogliere le idee, i bisogni e le proposte di tante persone, che andranno così a comporre una sorta di “task force collettiva”.

Il mondo dopo: la campagna

Se la società che uscirà dalla pandemia sarà più giusta o meno giusta non è una decisione tecnica, ma politica. Per questo motivo, il ruolo degli esperti non è quello di decisori. La loro esperienza può essere utile per valutare la praticabilità e per consigliare gli strumenti migliori per mettere in atto scelte politiche prese democraticamente, attraverso organi democratici. Questi ultimi possono essere costituiti sia dagli organi di rappresentanza istituzionali, sia da forme partecipative più allargate.

Per dare un contributo in questo senso, Radio Città Fujiko lancia la campagna “Il mondo dopo”. Si tratta di una raccolta di opinioni, idee, proposte e bisogni a cui tutte e tutti possono partecipare.
I contributi che arriveranno saranno messi a disposizione di tutti e tutte, possono essere spunti di riflessione pubblica e politica e potranno anche rappresentare una sorta di “manifesto” collettivo su come i cittadini e le cittadine immaginano il mondo e la società, su come li vorrebbero una volta finita l’emergenza.

Partecipare è semplice. Chiunque voglia raccontare come desidera il mondo passata la crisi, dagli assetti generali alle misure concrete, può registrare un messaggio audio e inviarlo al numero 333-1809494 (Whatsapp o Telegram), oppure scrivere a info@radiocittafujiko.it.
I contributi che arriveranno saranno trasmessi sulle frequenze dell’emittente e verranno raccolti in un apposito articolo sul sito.