””/

Pedonalità bolognese che cresce sempre più. Via Azzo Gardino (nel tratto da via Menarini a via del Rondone) verrà pedonalizzata in via sperimentale per nove sabati e diciotto lunedì da fine aprile a metà ottobre. L’idea nasce dal Mercato della Terra e Slow Food Bologna, che vista la crescita di pubblico e di aziende agricole, possono così ampliarsi dal Cortile della Cineteca alla nuova isola pedonale, fino al Cavaticcio.

Come è noto il Comune punta a eventi pedonali come i TDays, il prossimo 12 maggio, e a creare isole pedonali di quartiere, per il momento in centro poi in zone più periferiche.

Nell’intervista qui sotto l’Assessore Matteo Lepore spiega come “oggi organizziamo un punto importante del nostro progetto di distretti della pedonalità, altri saranno il Quadrilatero e il Pratello. Sono progetti di riqualificazione urbana e commerciale, come avviene con il Mercato della Terra. La bellezza e la qualità della vita convinceranno anche gli scettici o chi pensa che queste siano scelte difficili. I risultati si vedranno con il tempo. Noi vogliamo valorizzare il centro storico: investiremo 700mila euro, è una prima tranche che sarà inserita nel bilancio da approvare nelle prossime settimane. Altri fondi sono quelli regionali e provinciali su cui stiamo lavorando”.

Seconda parte dell’intervista con Paola Forte di Bologna Pedonale. “Siamo qui per partecipare a quella che consideriamo una festa. Si può vivere in maniera diversa, a questo il nostro gruppo di Associazioni sta lavorando da settembre. Le tante persone qui oggi in via Azzo Gardino sono la prova che la scelta è quella giusta. E’la prima tappa, il 12 maggio sarà invece l’inaugurazione dei weekend pedonali sperando che il piano possa attuarsi al completo al più presto. Un commento sull’inquinamento di Piazza del Nettuno deriva soprattutto dall’uso massiccio di motorini, e quello indiscriminato e abusivi di permessi, si dovrà lavorare sulla loro riduzione”.