Spetta ai Savana Funk inaugurare oggi l’Estragon Summer Festival al Parco Nord. Questa sera, infatti, la band di Aldo Betto, Blake Franchetto, Youssef Ait Bouazza e Nicola Peruch suonerà a Bologna e presenterà il suo ultimo lavoro, “Tindouf”, uscito lo scorso giugno.
Prima di salire sul palco, però, i Savana Funk sono stati al microfono del nostro Pier Tosi, per un’intervista che vi riproponiamo in podcast.

Savana Funk live a Bologna: oggi il concerto all’Estragon Summer Festival

Uscito lo scorso giugno, “Tindouf” è il primo album che la band pubblica su Garrincha GOGO, la sussiddiaria di Garrincha Dischi dedicata alla world music.
Registrato in presa diretta in uno studio tutto in analogico, cose ormai desuete, il lavoro contiene otto tracce che mescolano groove e psichedelia. La scelta “vintage” ha uno scopo preciso: offrire all’ascoltatore un suono sincero, ricavato da strumenti musicali reali, che renda l’idea dell’esplosività che i Savana Funk hanno dal vivo.

Anche le featuring del disco sono di tutto rispetto. In una traccia troviamo Gianluca Petrella, trombonista che la band ha conosciuto al Jova Beach Party. Il percussionista Max Castlunger ritorna a colorare molti brani con i suoi strumenti dopo aver già collaborato nel primo disco dei Savana Funk. Infine troviamo il violino di Elena Majoni nella title track del disco.

ASCOLTA L’INTERVISTA AI SAVANA FUNK:

Articolo precedentePlay list Puntata n. 32 di Domenica 22 Agosto 2021
Articolo successivoFantapolitica!, una rete di supporto e formazione a giovani candidati