Ha già qualche settimana il disco della settimana che ci è piaciuto questa volta. L’abbiamo ascoltato con i balconi aperti e il sole sui tetti. E’ uscito il 20 marzo, si chiama Fuori dalla Storia, ed è il secondo atto dei Fiori Di Cadillac.

Già nel 2019 la band ha fatto circolare alcune tracce, giusto per rendere un po’ l’idea di quello che stavano per lanciare. Nove occasioni per conoscere i Fiori di Cadillac, nove tracce dove i tre ragazzi raccontano le relazioni; non solo quelle amorose, che sia chiaro, ma proprio le relazioni a tutto tondo, partendo da quella d’amicizia e di musica che lega loro tre. Luigi, Valerio e Alfonso dialogano con una chitarra, una batteria, un pianoforte, e nelle lunghe discussioni a suon di note aggiungono suoni sintetizzati, tocchi di elettronica, ma anche richiami ai decenni appena trascorsi.

ASCOLTA IL DISCO DELLA SETTIMANA

Fuori dalla storia è il loro secondo lavoro e come dicevamo nel 2019 ha lanciato le prime pietre: Grigio Fucile, l’omonimo Fuori dalla Storia, Old Gennaio e Martini. I ragazzi salernitani lo descrivono come un “manifesto artistico e personale della band, che racconta le aspirazioni, i progetti, gli obiettivi di tre amici, ancora prima che musicisti. Le relazioni costruite negli anni sono come statue in fiamme, statue che spesso crollano sotto il peso della storia, sotto il peso delle storie personali di ognuno di noi“. E anche il disco si presenta visivamente così: un volto in fiamme, che nonostante tutto resiste.

Fiori di Cadillac è il nome scelto da Luigi, Valerio e Alfonso quando nel 2010 iniziano con le prime produzioni.Nel 2013 esce Cartoline, che vede un lungo tour in locali e festival nazionali. E’ fuori dalla storia inizia ad essere creato nel 2017, con la guida e la direzione artistica di Giulio Ragno Favero e Andrea Suriani. Firmano con INRI pochi anni dopo e Fuori dalla Storia arriva il 20 marzo 2020.