Fred Buscaglione, nome d’arte di Ferdinando Buscaglione è stato un cantautore, polistrumentista e attore italiano. In occasione del sessantesimo anniversario dalla morte del grande cantante italiano, la Warner Music Italy ha deciso di pubblicare una raccolta permettendo così anche alle nuove generazioni di conoscere la musica di Fred.

Fred Buscaglione: dal successo alla tragica morte

Nato a Torino da una famiglia originaria di Graglia, mostra fin da bambino una spiccata passione per la musica. A undici anni fu ammesso al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino che abbandonò dopo tre anni di frequenza, un po’ per la scarsa simpatia rispetto alla musica classica e un po’ a causa delle misere condizioni economiche della sua famiglia. La situazione famigliare lo portò a cercare lavoro, svolgendo piccoli impieghi prima come fattorino e poi come apprendista odontotecnico.

Era ancora adolescente quando iniziò ad esibirsi nei locali notturni della città come cantante jazz e polistrumentista: era in grado di suonare diversi strumenti, dal contrabbasso, al violino, al pianoforte, alla tromba. Un giorno, durante una sua esibizione al Gran Caffè Ligure, venne notato da uno studente di giurisprudenza, appassionato lettore di libri gialli, di nome Leo Chiosso. Nacque così un sodalizio artistico che durò fino alla scomparsa di Fred.

Alla fine degli anni cinquanta Fred Buscaglione era uno degli uomini di spettacolo più richiesti, e non solo come cantante. Era dappertutto: nelle pubblicità, alla televisione e nei film, prima con brevi apparizioni canore, poi in ruoli autonomi incarnando quasi sempre la figura del simpatico spaccone.

Il frenetico swing del cantante venne improvvisamente interrotto da una tragedia: morì in un incidente d’auto il 3 febbraio 1960.

A tutti piace Fred: una raccolta per ricordarlo

A tutti piace Fred” è una raccolta da collezione, composta da 5 cd, per ricordare il cantante italiano dopo 60 anni dalla sua scomparsa. Uscito il 21 febbraio, il cofanetto contiene sia le vecchie canzoni con un audio rimasterizzato che alcune sorprese per i fan più accaniti.

I primi 3 dischi contengono i grandi successi di Buscaglione come Teresa non sparare, Eri piccola così, Che bambola, Whisky facile, Il dritto di Chicago e tanti altri. Il quarto cd invece è un album tributo a Fred Buscaglione; Leo Chiosso, amico fin dalla giovane età di Fred, racconta la vita del cantante condendo il tutto con vecchi aneddoti.

La sopresa più grande sembra però essere riservata nell’ultimo cd tanto che questo vede come protagonisti artisti come Brunori Sas, Lo Stato Sociale, Bugo, Mina e Rino Gaetano intenti a riproporre i classici del cantante torinese.

ASCOLTA IL DISCO DELLA SETTIMANA:

Gabriele Vattimo