Home delivery Bologna: anche la cannabis light nel comparto ”a domicilio”

Oramai non è più una novità, ma il mercato della cannabis light è diffuso anche in Italia. Negli ultimi due anni c’è stato un aumento netto dell’apertura di negozi che vendono prodotti derivati dalla canapa, tra cui cibo, cosmetici, infiorescenze, tisane e tanto altro.

L’andamento è in costante crescita e, nonostante le reticenze di alcuni politici italiani, siamo di fronte all’apertura di nuove possibilità di lavoro per gli esperti del settore. In questo senso, una nuova attività che ha preso piede, prima a Bologna e da poco anche a Torino, è la consegna a domicilio di derivati della canapa. Oltre a funzionare in tempo utile, ha un occhio di riguardo verso i rider, rigorosamente in bicicletta.

Simone Santirocco, il titolare di Jointoyou ci informa che ”i rider che lavorano con noi sono spesso studenti o persone alla ricerca di un lavoretto per arrotondare. Con i rider, al contrario di tante altre realtà, abbiamo un ottimo rapporto, sono soddisfatti e lavorano in un clima sereno giovane e dinamico. Non ci sono algoritmi penalizzanti o ‘rimproveri’ se un rider ritarda la consegna, sappiamo che i nostri collaboratori cercano di fare del loro meglio e chiediamo ai clienti un po’ di comprensione (finora sempre riscontrata!) Viaggiamo sui 200 ordini mensili ormai ma siamo in crescita e stiamo lavorando per incrementare”