A causa del perdurare dell’emergenza sanitaria, sono state spostate le date, inizialmente previste per il 2021, che vedranno il compositore tedesco Hans Zimmer in Italia.

Hans Zimmer si esibirà ufficialmente il 30 marzo 2022 al Mediolanum Forum (Milano) e il 31 marzo 2022 a Bologna, all’Unipol Arena. Due date, quelle del 2022, che ci dispiace dover annunciare, a causa della loro distanza; ma, la situazione di emergenza non permetterebbe di confermare concerti dal vivo per il 2021.

I biglietti già acquistati, rimarranno comunque validi per le nuove date del 2022.

Dalle tastiere degli ‘Ultravox’ alla ‘Remote Control Productions’

Tra i più grandi compositori di tutti i tempi, Hans Zimmer ha vinto quattro Grammy Awards, l’Oscar alla migliore colonna sonora con il Re Leone (1995), 2 Golden Globe – ancora per Il re leone e per Il gladiatore (2001) – e un classico BRIT award.

Zimmer ha realizzato le colonne sonore di pellicole famose come Thelma e Louise (1991), Il principe d’Egitto (1998), Hannibal (2001), Pearl Harbor (2001), Spirit-cavallo selvaggio (2002), Kung Fu Panda (2008), Angeli e Demoni (2009), Inception (2010), Interstellar (2014) e Blade Runner 2049 (2017). Questi sono solo alcuni dei numerosi titoli, che lo hanno visto lavorare al fianco di registi come Christopher Nolan, Denis Villeneuve, Ridley Scott e molti altri.

La carriera di Zimmer è iniziata tra gli anni settanta e ottanta, quando svolgeva i ruolo di turnista, suonando tastiere in gruppi come gli Ultravox, The Buggles e i Krisma. Dagli anni novanta ad oggi, Zimmer è un affermato compositore di musiche per videogiochi e film.

Il suo stile si basa su una ricerca di suoni elettronici o campionati. Spesso crea temi eroici di ottoni su ostinati d’archi, resi pieni attraverso l’utilizzo di cori o effetti elettronici. Oggi, Hans Zimmer è una fonte d’ispirazione per artisti contemporanei come Klaus Badelt, Ramin Djawadi, Steve Jablonsky ed altri, membri della Remote Control Productions, compagnia di ‘creatori di colonne sonore’ fondata dallo stesso Zimmer.

Senza dubbio, 11 nomination agli Oscar per la migliore colonna sonora e 14 candidature ai Golden Globe fanno di Zimmer un compositore contemporaneo senza pari.