La Cineteca di Bologna, in collaborazione con MYmovies e lo sponsor Hera, decide di festeggiare il 1° maggio con Charlie Chaplin Tempi moderni (naturalmente nella versione restaurata dalla Cineteca stessa, con la colonna sonora orchestrale dello stesso Chaplin, restaurata e diretta da Timothy Brock), presentandolo finalmente su una piattaforma online da venerdì 1° maggio, appunto, fino a lunedì 4 maggio, sul sito MYmovies: una scelta che segue di pochi giorni quella della messa online del film dedicato alla Resistenza a Bologna, The Forgotten Front, capace di raccogliere in pochi giorni di programmazione attorno alla festa della Liberazione ben 10mila biglietti venduti.

 Tempi moderni è il film che ha impresso l’immagine della fabbrica negli occhi di tutti, è il capolavoro con cui Charlie Chaplin ha narrato nel 1936 quei “tempi moderni” che erano (e sono ancor oggi) quelli dell’uomo e della macchina, dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo, della società alienata e della povertà dei tanti. Un Chaplin che affronta i temi più complessi messi in campo dalla modernità: con il suo genio visionario, con l’irresistibile forza comica, con la sensibilità attraverso la quale aveva conquistato il mondo in vent’anni di creazioni cinematografiche.

MI CHIAMO ALTAN E FACCIO VIGNETTE

Tempi moderni di Charlie Chaplin, la Cineteca affianca, sempre dall’1 al 4 maggio, un nuovo documentario, diretto da Stefano Consiglio, dedicato al papà di Cipputi, lo straordinario operaio nato dalla matita di Altan. A presentare il film Mi chiamo Altan e faccio vignette, prodotto da Verdiana srl, Solares Fondazione delle Arti e Indigo Film con il sostegno della Regione Emilia- Romagna, sarà lo stesso Altan, in compagnia di Stefano Consiglio e della regista Alice Rohrwacher, intervistati dal direttore della Cineteca di Bologna Gian Luca Farinelli venerdì 1° maggio, alle ore 18.30, sui profili della Cineteca di Bologna e di MYmovies.

Tempi moderni di Charlie Chaplin e Mi chiamo Altan e faccio vignette saranno in vendita a € 3 ciascuno, a partire da giovedì 30 aprile.

Visitando il sito della Cineteca di Bologna (www.cinetecadibologna.it) e cliccando sul banner dedicato a Tempi moderni e Mi chiamo Altan e faccio vignette si verrà automaticamente reindirizzati alla pagina di presentazione dell’iniziativa e acquisto dei biglietti.

I biglietti virtuali di Tempi moderni avranno una validità di 24 ore a partire dalle ore 15.30 di ciascuna giornata (es: il biglietto acquistato per venerdì 1° maggio avrà validità fino alle ore 15.30 di sabato 2 maggio; il biglietto acquistato per sabato 2 maggio, avrà validità fino alle ore 15.30 di domenica 3 maggio; e così via).

I biglietti virtuali di Mi chiamo Altan e faccio vignette avranno una validità di 24 ore a partire dalle ore 19 di ciascuna giornata (es: il biglietto acquistato per venerdì 1° maggio avrà validità fino alle ore 19 di sabato 2 maggio; il biglietto acquistato per sabato 2 maggio, avrà validità fino alle ore 19 di domenica 3 maggio; e così via).