Giuseppe Paruolo, consigliere regionale sul ruolo attivo della Regione nel welfare

Intervistato ai microfoni di Radio Città Fujiko, il consigliere regionale Giuseppe Paruolo (PD) pone l’attenzione sui risultati che il Servizio Sanitario Nazionale, dal 1978 ad oggi, ha ottenuto. In particolare in Regioni come la nostra, che hanno saputo investire in maniera oculata e robusta nel settore, si sono creati consuetudini e eccellenze in campo medico

”E’ inutile autocelebrarsi e invece è importante vincere le pastoie della burocrazia che rallentano il miglioramento della sanità, e invece è importante valorizzare le risorse che abbiamo, a partire dal volontariato”. Parla di cultura del dono, diffusa e protratta da due grandi realtà come AVIS e FIDAS – ADVS, che sul territorio si occupano delle donazioni di sangue.

In particolar modo, la Casa del Donatore, vicino all’Ospedale Maggiore, è stata un capolavoro politico, che ha permesso di sbloccarne la costruzione, ferma al palo da da due anni

In questa Regione è ancora possibile ricevere cure gratuite, o a somme modeste, di grandissima qualità. Non si può dire lo stesso per esempio, degli Stati Uniti, dove per accedere a cure di eguale livello, ”bisogna mettere mano alla carta di credito”.

Un’altro grande successo è stato lo spostamento del Pronto Soccorso Ortopedico notturno dal Rizzoli al Maggiore, in modo tale che, chi arrivasse tramite elisoccorso e che necessitasse cure urgenti sia a livello neurochirurgico che dal punto di vista ortopedico, potesse trovare tutto quello che occorre all’interno dello stesso Trauma Center, con soddisfazione dei pazienti e dello stesso staff medico del Rizzoli.

ASCOLTA L’INTERVISTA A GIUSEPPE PARUOLO: