Giovedì 9 giugno al Bistrò CostArena – via Azzo Gardino, n°48 Disco Party va in scena Ore 21

Nanook” ore 21e30 “Rose e Filo Spinato” con il racconto di un ragazzo di periferia e a seguire D.J.V.O.

Il Programma Costarena di giovedì 9 giugno:

Patrizia Bottura, dj e fondatrice del Casalone oggi Covo Club e conduttrice del programma radiofonico “Disco Party”, assieme al violinista cantante, attore e compositore Paolo Buconi , conduttore radiofonico della trasmissione della Memoria “Rose e filo spinato”, fondano D.J.V.O. il progetto musicale sperimentale in cui il violino klezmer di Paolo Buconi esce dal “ghetto” e spazia sul dj set di Patrizia.

Patrizia e Paolo hanno scritto un racconto sulle avventure di ragazzi di periferia che negli anni 80 vivevano a Bologna. La creatività rendeva possibili i sogni rinchiusi nel cassetto, sogni poi rubati da chi li voleva omologati al sistema. Ma è grazie alla musica che questi ragazzi daranno una svolta alla loro vita….. Paolo estrarrà dal suo prossimo album “ tracce di periferia” alcuni brani che parlano per l’appunto di vita di quartiere e inoltre, ha scritto per la serata una canzone per promuovere i referendum…. “cambierà”.

Cos’è Disco Party

Disco Party è il progetto radiofonico di Patrizia Bottura che vanta ormai una conduzione decennale sulle frequenze 103.1 di Radio Città Fujiko. Appassionata di musica, le proposte spaziano dal jazz, al rock all’elettronica, in particolare l’ambito underground viene privilegiato.

Assieme alla scrittrice Nadia Conforti, il medico Sara Sensi e l’encicolpedica Marcypedia, conduce un programma dal titolo “Il posto del cuore” in cui vengono sviscerati i temi legati all’eros dal punto di vista femminile. Altro appuntamento settimanale “Rose e Filo Spinato” condotto assieme al violinista, cantante e attore “Paolo Buconi” per parlare di Memoria e affrontare tematiche attuali per evitare che certi orrori abbiano a ripetersi.

In questo ultimo anno, Patrizia si avvale dell’ appuntamento mensile con il musicista Cesare Ferioli con il quale ha dato vita a “l’Etichetta’ in cui si racconta la storia della musica in ordine cronologico e per label, e del regista documentarista Antonio Martino con il quale conduce “Nanook”, un radio focus sul cinema documentario indipendente.

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoIn piazza Verdi il “botellón dei senza casa”