Giocare in Borsa è una pratica ormai secolare: le moderne Borse Valori, nelle quale sono quotate i titoli di società per azioni, infatti, esistono dal XVI secolo (quella di Amsterdam, ad esempio, fu creata nel 1561 sulla scia delle Casa de Contratacion spagnole).

Anche gli atti per regolamentare gli investimenti in Borsa sono secolari: il primo fu il Bubble Act inglese del 1720.

All’interno di questa tradizione secolare il trading online ha rappresentato una vera e propria rivoluzione, permettendo a chiunque di investire piccole somme in Borsa. Non importa se si vive a New York, Milano o Vladivostok: se si ha accesso ad internet e si possiede un dispositivo digitale, si può fare trading online.

La diffusione di questa pratica ha portato all’insorgenza di una questione fondamentale: le persone possono comunque investire in Borsa anche senza un’adeguata formazione finanziaria accademica? Conviene giocare in Borsa anche se non si sono passati anni e anni a studiare i mercati finanziari?

La risposta sorprendente è stata data da questa guida aggiornata di GiocareinBorsa.net: investire in Borsa è stata una delle attività più promettenti nel 2020 e anche nel 2021 vi saranno ricche opportunità che gli investitori potranno cogliere.

Ma come si è giunti ad una simile risposta?

Giocare in Borsa nel 2021: le opportunità per i principianti

Anche nel 2021 i principianti potranno provare il brivido di investire il proprio denaro in Borsa. Non si tratta soltanto della mera possibilità di aprire un conto di trading e iniziare a spendere il proprio capitale comprando titoli a caso.

Quella che è in ballo è la possibilità di realizzare operazioni finanziarie in modo consapevole. Questa possibilità continuerà ad essere garantita dai migliori broker di trading online i quali hanno confermato anche per il 2021 il loro impegno ad investire nella formazione dei propri clienti.

Aprendo un conto presso una di queste piattaforme, infatti, si riceveranno strumenti e materiali formativi che permettono di apprendere tutti gli elementi fondamentali degli investimenti online: video-lezioni, corsi completi di vari livelli di difficoltà, manuali, webinar, etc.

In questo modo anche i principianti potranno approcciare questo settore in appena qualche settimana di studio approfondito. Le tempistiche, ovviamente, variano in base alle capacità di apprendimento e alle disponibilità di tempo.

Il maggior pregio di queste offerte è che non presentano alcuna scadenza: una volta ottenuto l’accesso al materiale formativo, questo resta consultabile per tutto il tempo che si desidera. In questo modo non vi è alcuna necessità di affrettare il processo e chiunque può apprendere i fondamenti del trading online.

Ma perché ora? Quali sono le prospettive per il 2021?

Investire nel 2021: converrà?

Ovviamente non si può affermare con certezza che il 2021 sarà un buon anno per investire in Borsa. Se si possedesse la capacità di prevedere il futuro non vi sarebbe alcuna necessità di fare affidamento ai materiali formativi o agli strumenti finanziari.

Cionondimeno i segnali di crescita sono attuali e fanno ben sperare. Alcuni settori più di altri, infatti, hanno reagito bene alla pandemia e hanno le basi necessarie a continuare a crescere anche il prossimo anno.

Vi sono investitori che si sono dimostrati particolarmente scettici, così come altri molto entusiasti. Ovviamente si tratta di una questione connessa più che altro alle abitudini di investimento: chi investe in idrocarburi, ad esempio, probabilmente non se l’è passata tanto bene come chi, invece, investe in criptovalute.

Allo stesso modo, chi investe in società di trasporti non ha potuto fare altro che constatare il crollo del settore. Invece un azionista Amazon probabilmente ricorderà sempre il 2020 come l’anno migliore della sua carriera.

La convenienza di investire sui mercati è relativa al settore e alla tipologia di operazioni su cui ci si concentra. Scegliere la migliore è il principale vantaggio di una adeguata formazione.