Inizia oggi Milano l’incontro della Campagna Genuino Clandestino. La rete ha l’obiettivo di far conoscere la cultura contadina e la produzione biologica delle associazioni. Per la sua seconda edizione sono previsti tavoli tematici sui semi biologici e la certificazione partecipata. E il tutto iniziò l’anno scorso qui a Bologna.

Genuino Clandestino: La lotta contro il proibizionismo agricolo

Questo fine settimana, il 5, 6 e 7 ottobre, si terrà a Milano il secondo incontro del 2012 della campagna “Genuino Clandestino”. Questo progetto è nato a Bologna da Campi Aperti per il problema dei prodotti che i contadini non sono autorizzati a vendere: è nata così una rete di associazioni in tutta Italia che si riuniscono proprio in quest’occasione. Queste associazioni dal 2009 si incontrano due volte all’anno, in varie città d’Italia, per aggiornamenti e per fare un grande mercato. In particolare questo sabato saranno allestiti per tutto il giorno nella cascina Torchiera dei tavoli tematici sui semi, l’accesso alla terra e la certificazione partecipata. Domenica invece si terrà il mercato in piazza Gasparri al quale parteciperanno contadini da tutta Italia.

http://www.autistici.org/campiaperti/2012/09/17/5-6-7-ottobre-genuino-clandestino-a-milano/

Campi Aperti, insieme a XM24, si trova ora in difficoltà a causa del progetto di costruzione di una rotonda negli spazi autogestiti in cui si fa il mercato dal 2002. Oltretutto nel 2009 l’associazione si è convenzionata con il comune e paga l’affito per il suolo pubblico su cui viene allestito il mercato.

La proposta di XM24 e Campi Aperti è quella di fare il mercato in uno spazio posto dietro il bar di XM24. Tuttavia il comune non ha ancora risposto.

Lucia Visani

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61