Un lungo e inteso lockdown per tutte quelle persone che soffrono di disturbi alimentari, bulimia anoressia binge-eating e obesità. Un accesso diretto al cibo che ha dato luogo ad un aumento spropositato di richieste di aiuto, anche da parte di chi non presentava alcun problema prima. La costante tentazione, la paura perpetua di perdita di controllo sul cibo, lo specchio che ti guarda non ha fatto che aggravare e rendere più fragili i pazienti.

Tante sono state le iniziative di aiuto da parte dei centri di cura in via telematica, per non fare sentire i pazienti abbandonati nel percorso. Per esempio i centri Ananke e il centro bariatico per eccellenza della Sapienza di Roma a Latina Polo Pontino. Abbiamo avuto il piacere di intervistare la Dottoressa Paone, facente parte del team multidisciplinare del Bariatic Center of Excellence, Centro di Chirurgia Obesità della Sapienza di Roma, tra i promoter ufficiali dell’evento short film festival ‘’FILM DI PESO’’ di Latina. Il progetto nasce dalla collaborazione tra il Dipartimento di Scienze medico-chirurgiche e biotecnologie, Bariatric Center of Excellence della Sapienza Università di Roma, e il Comune di Latina in collaborazione con Amici Obesi onlus, Villa Miralago – Centro di riferimento disturbi alimentari e SAFE – Safe Food Advocacy Europe.

Filmdipeso: L’intervista al Prof. Silecchia

Per approfondire il progetto del festival abbiamo intervistato anche il Direttore Unità Operativa Complessa di Chirurgia Generale del Bariatic Center of Excellence, Gianfranco Silecchia, che ci ha chiarito in maniera dettagliata l’obbiettivo ultimo di questo evento.

Hanno scelto la via del cinema come motore che coinvolge emotivamente, un’arte che lascia una traccia . L’idea è nata nell’estate del 2015 e messa in pratica con la prima edizione nel 2016, in connubio con un amico regista Stefano Cioffi, direttore artistico del festival. Inaspettatamente hanno avuto sin dalla prima esperienza tanti corti di qualità a disposizione, e allo stesso tempo un feedback significativo. Da quel momento l’Iniziativa è andata in crescendo. Dalla terza edizione FilmDiPeso si è spostato in un vero e proprio cinema, con una giuria altamente qualificata che seleziona, sulla base di un bando emesso 7 – 8 mesi prima, le opere piu affini e di qualità rispetto al tema scelto. Il regista migliore ottiene come premio 1000 euro. Il festival è diventato un evento di terza missione, in quanto tutte le Unviersità italiane hanno 3 missioni : la ricerca la didattica e la terza il raccordo con il territorio e con la popolazione per fare attività di sensibilizzazione sui grandi temi, sociali economici e sanitari. L’evento è riconosciuto come evento di Sapienza Università di Roma di terza missione ufficiale, finanziato da Sapienza in parte, per svolgere un’azione di raccordo con il territorio.

Il Festival coinvolge anche tutti i ragazzi, sia universitari che liceali. L’evento si svolge in 2 giorni venerdì e sabato, venerdì mattina si tengono discussioni in un’aula dell’Università della Facoltà di Economia in cui personalità dello spettacolo, psichiatri e sociologi dialogano con gli studenti, invitandoli a riflettere sul problema. Sabato mattina invece partecipano i licei, in quanto il coordinamento dei licei bandisce un concorso ogni anno che si chiama ‘Il peso del peso’, che ha la finalità di combattere il bullismo delle scuole legato ai disturbi del peso. I ragazzi prendono parte all’iniziativa proponendo anche opere grafiche come sculture quadri puzzle narrativa poesia ecc. ‘’Film di Peso è un contenitore culturale’’ afferma Silecchia, il cinema è il pilastro, che è basato sulla selezione di corti che vengono messi a concorso, per poi arrivare a contenitori rivolti a tutto il territorio. Quest’anno per esempio gli studenti della facoltà di medicina hanno messo in piedi una Survey sulla percezione dei disturbi dell’obesità che è stata lanciata a 7500 studenti delle varie facoltà di Polo Pontino di Sapienza attraverso l’account Sapienza ufficiale. Viene proposto anche concorso fotografico, perché quest’anno l’Organizzazione Mondiale Della Sanità e le Associazioni Scientifiche del settore l’hanno dichiarato come l’anno dedicato agli ‘’ stigma’’ dell’obeso .

Filmdipeso: le proiezioni

Le opere selezionate saranno proiettate in due sessioni pomeridiane venerdì 18 settembre (16.30 – 20.30) e sabato 19 settembre 2020 (16.30 – 21.00). La giuria sarà composta da: Gianfranco Pannone regista, docente coordinatore di regia presso il Master di Cinema e Televisione dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli (Presidente della Giuria), Vito Mancusi, attore e docente, Santa de Santis, regista sceneggiatrice e attrice, Pippo Mezzapesa regista e Paola Medde, Psicologa Presidente della giuria di Film di Peso.

Film di Peso è come un grosso pentolone che utilizza tutti gli ingredienti utili per comunicare, in primis il cinema la fotografia i dialoghi e le interviste, far prendere parte a questo evento le scuole e le università. ‘’La prima cosa che bisogna combattere è quella della cognizione culturale dell’obesità ‘’che è una malattia e non è percepita come tale.

La missione ultima è appunto la sensibilizzazione e l’aiuto alla popolazione a riconoscere e conoscere l’obesità ed i disturbi alimentari come “malattia” che consente di avvicinarsi alle nuove opportunità di “cura” abbattendo i pregiudizi.

Elena Versitano – speaker di Inside Out