Dopo l’inaugurazione di mercoledì scorso, il festival del cinema di Venezia, più precisamente la 77^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, comincia una nuova settimana, che condurrà alle premiazioni finali di sabato 12 settembre.
Dopo aver raccontato le premesse di questa edizione difficile a causa della pandemia, il nostro esperto di cinema Piero Di Domenico traccia un bilancio dopo il primo weekend.

Festival Venezia: un livellamento tra le sezioni

“Quello che si è visto fino a questo momento – racconta Di Domenico – è un livellamento tra i film in concorso e quelli delle altre sezioni”. Non ci sono infatti stati film talmente clamorosi da oscurare gli altri. A prevalere, invece, è un senso di soddisfazione per il ritorno in sala dopo la chiusura forzata del lockdown.

Tra le segnalazioni, però, il nostro esperto di cinema annovera “Pieces of a woman” di Kornél Mundruczó, ma anche il documentario di Alessandro Rossi e Michele Mellara “50 – Santarcangelo Festival”.
Un’attenzione va anche a “Miss Marx”, il film di Susanna Nicchiarelli che ripercorre la vita di Eleanor Marx, figlia del celebre filosofo.
Tra le novità che arriveranno in questi giorni, c’è sicuramente da prestare attenzione a “Notturno”, l’ultimo film di Gianfranco Rosi, già vincitore del festival, che ritorna con una pellicola dalla gestazione non facile.

ASCOLTA IL REPORTAGE DI PIERO DI DOMENICO: