I Fast Animals And Slow Kids tornano on the road alla Scuderia di Bologna, con Silvia di About Cult, per presentare la loro ultima graphic novel “Come reagire al presente”, un viaggio a fumetti nel backstage della band perugina partita nel 2008. Con la collaborazione di 5 illustratori del team di Becco Giallo Editore e il contributo di Davide Toffolocuratore della copertina, svelano i lati nascosti del quartetto Umbro nei loro 10 anni di carriera.

Fast Animals And Slow Kids: come si racconta la band attraverso il road movie a fumetti

“Come reagire al presente”, edita da Becco Giallo, è una graphic novel corale che non ha soltanto come protagonisti i Fast Animals And Slow Kids, ma anche di chi è cresciuto con gli occhi lividi a forza dei calci in faccia ricevuti, di chi prova a restare in piedi (sul palco come nella vita) affrontando la violenza del giudizio degli altri e di quell’insicurezza cucita addosso come una seconda pelle derivata da ansie e paure. Un fumetto che rappresenta la scaletta di un concerto dei FASK, che si snoda attraverso le canzoni della band e li racconta, a volte sembra quasi che li smascheri, li denudi. Un gruppo in cui l’amicizia ha donato una solidità degna di nota e i cambiamenti non hanno mutato la loro essenza.

Come reagire al presente?

Come reagire al presente non è una domanda né un’affermazione, ma è uno stato d’animo, un appiglio di fronte a un futuro incerto, dove il palco è una bomba che fa esplodere la vita e suonando questa prende una prospettiva migliore.

È un antidoto grazie al quale riuscirebbero a reagire ad ogni intemperia, reinventandosi costantemente in ogni forma.

ASCOLTA L’INTERVISTA AI FASK: