Cosa fare stasera a Bologna: last minute. Contenitore culturale e agenda degli eventi in città.

LETTERATURA

Libreria Ubik Irnerio, via Irnerio 27, ore 17:00:
Incontro con Romano De Marco per la presentazione del suo nuovo giallo “Nero a Milano”.

Libreria coop Ambasciatori, via Orefici 19, ore 18:00:
Presentazione del libro “Gli italiani”: fotografie di Massimo Baldini e testi scelti da Claudio Giunta. Il libro raccoglie 83 foto scattate dal 2015 al 2018 alle quali sono affiancati testi di narrativa, poesia saggi e interviste. Ne parla con gli autori Claudio Marra.

Libreria coop Zanichelli, piazza Galvani 1/H, ore 18:00:
Presentazione di “Fortissimo”, raccolta di poesie di Matteo Bianchi. Interviene con l’autore Vito Bonito.

MUSICA

Bravo Caffè, via Mascarella 1, ore 22:00:
Scot Henderson Trio in concerto, con Scot Henderson alla chitarra, Romain Labaye al basso e Archibald Ligonniere alla batteria. Il gruppo si esibirà per presentare il suo nuovo album, “People Mover”.

Teatro San Leonardo, via San Vitale 63, ore 20:30:
Elliot Sharp, storico esponente dell’avanguardia Downtown newyorchese, e Sergio Sorrentino, concertista e compositore di estrazione classica e contemporanea, presentano Spillà, un incontro tra due generazioni e cammini diversi del chitarrismo contemporaneo.

Cortile Café, via Nazario Sauro 24/A, ore 22:00:
Serata dedicata ad Amy Winehouse, sul palco, a riproporci il repertorio della cantante ci saranno i A glass of Winehouse con Francesca Benedetti alla voce, Stella Canonico al basso, Alessandro Turrini alla chitarra, Manuel Dimba Monteiro alla batteria e Lorenzo Musca al sax tenore.

CINEMA

Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65/A, ore 20:00:
Per il Gender Bender festival, proiezione del film di Ignacio Juricic “Enigma”. Dopo aver perso la figlia a causa di un violento attacco omofobo, Nancy viene invitata a una trasmissione televisiva. La donna si interroga assieme alla famiglia sui rischi che comporterebbe la decisione di esporsi pubblicamente.

Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65/A, ore 22:00:
Per il Gender Bender festival, il regista Stéphane Riethauser racconta la sua dirompente saga familiare in un documentario autobiografico dal titolo “Madame”. Un dialogo intimo che esplora in chiave generazionale la trasmissione dell’identità di genere in un mondo patriarcale e ostile alle differenze. In occasione della proiezione del film, il regista sarà presente in sala per presentare la pellicola.