L’estate sta finendo, ma la terza edizione di Montagnola Republic, il cartellone di Arci Bologna e Binario 69 all’interno di Bologna Estate, presenta per settembre un programma ricco di eventi. Sono la musica e la cultura ad essere protagoniste nel Parco della Montagnola, con l’intento manifesto di innestare e stimolare nuovi contenuti culturali per rivitalizzare e rigenerare le energie del parco e renderlo accessibile a tutte e tutti.
Aperta tutti i giorni, dalle 16.00 alle 01.00, fino a fine settembre, Montagnola Republic offre eventi a ingresso gratuito fino a esaurimento della capienza e nel rispetto delle misure e dei protocolli di contrasto al Covid-19.

Eventi Bologna: gli appuntamenti di Montagnola Republic

Il mese della rassegna comincia idealmente oggi, mercoledì 2 settembre, alle 18.00 con il dibattito “Lo Stato della Musica”, un incontro per indagare lo stato di salute del comparto della produzione artistica e dei luoghi della musica, duramente colpiti dall’emergenza Coronavirus, interrogando artisti, istituzioni, operatori della cultura, giornalisti. A partecipare saranno l’assessore comunale alla Cultura Matteo Lepore, il direttore artistico di Ferrara Sotto le Stelle Corrado Nuccini, il direttore di KeepOn Live Federico Rasetti, introdotti dal responsabile Cultura di Arci Bologna Marco Pignatiello e moderati da Pierfrancesco Pacoda.

Il primo week-end di settembre sarà caratterizzato dai concerti, in particolare venerdì 4 settembre suoneranno i Minor e sabato 5 sarà la volta di Orange Combutta + MYK L.
I live torneranno poi il 10 settembre con i Venus, band che miscela rock progressive degli anni 70, improvvisazione jazzistica e sonorità funky. Il giorno successivo, l’11 settembre, toccherà inveceagli Electric Circus, band torinese che incorpora groove funk, ricami blues, note jazz, ma anche tanta psichedelia e profumi world.
Il 12 settembre sul palco di Montagnola Republic saliranno i Tun (Torino Unlimited Noise), il suono di tre grandi artisti che miscelano suoni acustici e sintetici con lo spirito del power trio.

Martedì 15 settembre un viaggio musicale evocativo con i Satoyama, definiti come “Radiohead e Bill Frisell discutono di ecologia in una tenda Tuareg”. Il 17 settembre protagonista sarà il nu-jazz di Gianluca Petrella e Paquale Mirra. Gli immancabili Avvoltoi porteranno il loro beat nella serata del 18 settembre, mentre il rock psichedelico degli Indianizer arriverà il 19 settembre.
Il 24 settembre le atmosfere francesi alla Django Reinhardt saranno evocate nel concerto dei Paraplui Les Parapluies, mentre il 25 settembre l’energia dei Rumba de Bodas si esprimerà nel loro primo live dopo il lockdown. Chiudono la programmazione di settembre i Panaemiliana con il concerto del 26.

Non solo musica

A settembre Montagnola Republic ospiterà anche il Festival “Visioni a Catena” organizzato da Dynamo – La Velostazione: un festival multidisciplinare che si sviluppa attraverso i linguaggi del cinema, della fotografia e delle arti ispirandosi al mondo della bicicletta, al suo valore estetico, comunitario, ecologico. La rassegna toccherà Montagnola Republic nelle giornate del 16 e del 22 settembre e aprirà e chiuderà il programma di Bologna Bike City, all’interno della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2020.

ASCOLTA LA PRESENTAZIONE DELLA RASSEGNA: