”ratm”/

Un impegno che testimonia l’attenzione dell’istituto di credito nei confronti dei proprio soci. “Nonostante la crisi, continueremo ad investire sulla salute e sul benessere dei territori nei quali opera la banca” afferma Daniele Ravaglia, direttore Emilbanca.

Dal 2003 il Progetto Salute ha portato 1700 soci Emilbanca che superano i cinquant’anni a sottoporsi a visite e screening per tumori, come quello della tiroide, della prostata o della pelle, in collaborazione con associazioni del campo oncologico quali Samur (studi avanzati malattie urologiche) e Lilt (lega italiana lotta ai tumori).

Quest’anno si celebra il decennale dell’iniziativa e comincia l’affiliazione con la Onlus dell’Istituto Ramazzini, che offrirà 300 delle 550 visite al Poliambulatorio di Prevenzione Oncologica in via Libia 13/A, mentre le altre 250 si terranno col supporto dell’ANT.

La seconda parte del programma guarda verso l’educazione dei giovani, tramite il Progetto Scuole, con il quale “l’Istituto Ramazzini mantiene fede alla propria missione di diffondere la cultura della prevenzione” conferma Simone Gamberini, presidente dell’Istituto. Gli specialisti dell’Istituto “affronteranno le tematiche dell’alimentazione e delle radiofrequenze dei cellulari, due argomenti che coinvolgono fortemente le nuove generazioni” spiega Gamberini.
Sono previste delle lezioni ai ragazzi, durante le quali, per il  tramite degli insegnanti di materie tecnico-scientifiche, si parlerà dei danni e degli effetti di tecnologie a radiofrequenze, come i telefonini e il WiFi, e anche dei rischi che si possono evitare seguendo un’alimentazione sana.

Insomma due progetti concreti per una vita più salutare e per riuscire a confrontarsi con un ambiente sempre più insalubre.

Lorenzo Elia Bedussi