La maratona elettorale di Radio Città Fujiko sullo scrutinio delle elezioni amministrative 2021. I risultati, le corrispondenze dalle diverse città e le interviste ai candidati.

La maratona elettorale di Radio Città Fujiko sulle elezioni amministrative

Ore 19.30: Il discorso di Matteo Lepore

ASCOLTA LE PAROLE DI MATTEO LEPORE:

Ore 18.45: La situazione a Torino

ASCOLTA LE PAROLE DI YURI LUCA TOSELLI:

Ore 18.30: Il profilo elettorale a Bologna: Si fa sempre più definito il quadro dei risultati con sessantadue sezioni scrutinate. Matteo Lepore trionfa al primo turno (è attualmente al 63,30%) con un grosso contributo da parte del PD, cui vanno il 37,5% delle preferenze, e di Coalizione Civica, con il 7,3%. Nella lista di Battistini, fermo attualmente al 28,10%, strapotere di Fratelli d’Italia, al 12,20%; segue invece la Lega con il 7,90%. Rischia invece in coda Potere al Popolo, che con il 2,32% attuale rischia di rimanere escluso dal consiglio comunale.

Ore 18.25: La situazione a Milano

ASCOLTA LE PAROLE DI ANDREA CEGNA, CRONISTA DI RADIO ONDA D’URTO:

Ore 18.05: Aggiornamento da Rimini. Continuano gli scrutini nel comune romagnolo, con Sadegholvaad, candidato del Centrosinistra, che attualmente si porta al 50,41%, risultato che gli garantirebbe, seppur risicata, l’elezione a sindaco al primo turno. Segue sempre Ceccarelli del Centrodestra, attualmente al 33,16%.

Ore 18.00: La situazione a Napoli

ASCOLTA LE PAROLE DI ALESSANDRO DI RIENZO:

Ore 17.30: Prime proiezioni di Ravenna. La coalizione di Centrodestra e MoVimento 5 Stelle è in vantaggio, con il suo candidato De Pascale al 56,23%. Segue Donati (Cdx) con il 29,48%, mentre è molto distante la candidata Verlicchi con la sua lista civica, ferma al 3,34%.

Ore 17.25: La questione romana. La partita che sembra ancora aperta è quella di Roma, dove il primo posto sembra saldo nelle mani del centrodestra di Michetti, che comunque andrà al ballottaggio. Il suo probabile sfidante sarà Gualtieri del centrosinistra, ma la sfida degli apparentamenti si vede tra il terzo e quarto posto, conteso tra Raggi e Calenda.

ASCOLTA LE PAROLE DI DANIELA PREZIOSI, GIORNALISTA DE IL DOMANI:

Ore 17.05: Prime proiezioni di Rimini. Guida al momento Sadegholvaad, candidato del Centrosinistra, con il 46,67%; segue Ceccarelli (Cdx) con il 35,56%. Più indietro invece Lisi del M5S, ferma al 13,33%.

Ore 17.00: La situazione a Roma. Per il momento le proiezioni danno sicuro al ballottaggio solo Michetti, con Swg che mette in lotta alla pari Gualtieri e Raggi, entrambi tra il 21,1% e il 25,1%. Perde terreno invece Calenda, fermo tra il 15,1% e il 19,1%.

Ore 16.55: Continuano le proiezioni. Per Sala si prospetta una vittoria al primo turno, a fronte del 56% che al momento gli danno le proiezioni per il comune di Milano. Anche Manfredi si prospetta il trionfo senza ballottaggio a Napoli, dove guida con il 60,4% delle preferenze, e dove il dato più sorprendente è quello di Clemente di Potere al Popolo, in rimonta sulla lista di Bassolino.

Ore 16.50: Affluenza definitiva per le comunali di Bologna. Il dato sull’affluenza viene attestato al 51,16% (fonte Ministero dell’Interno), in calo rispetto alle ultime amministrative dove votarono il 59,66% degli aventi diritto.

Ore 16.40: Le impressioni sulle comunali di Bologna

ASCOLTA L’INTERVISTA A LUIGI TOSIANI, SEGRETARIO DEL PD DI BOLOGNA:

Ore 16.30: Le prime impressioni dalle regionali in Calabria

ASCOLTA LE PAROLE DI CLAUDIO CORDOVA, GIORNALISTA DE IL DISPACCIO:

Ore 16.10: Proiezioni di Bologna. Con una copertura del 5% delle schede scrutinate guida sempre la lista del Centrosinistra di Lepore, con il 62,6% delle preferenze, mentre guadagna qualcosina Battistini del Centrodestra, che si ferma al 27,6%.

Ore 15.55: Le prime impressioni sugli exit poll.

ASCOLTA LE PAROLE DI MEDEA CALZANA, INVIATA PRESSO IL COMITATO ELETTORALE DI MATTEO LEPORE:

Ore 15.40: Prime proiezioni di Trieste. Nel capoluogo friulano comanda al momento il candidato del Centrodestra, Dipiazza, con le preferenze tra il 46% e il 50%, mentre insegue da lontano il candidato del Centrosinistra, Russo (29-33%). Distante il candidato della Lista Civica di sinistra Adesso Trieste, Laterza, con preferenze tra il 9% e il 13%.

Ore 15.35: Prime proiezioni delle regionali calabresi. Al momento il successore eletto di Jole Santelli sembra essere sempre in seno al Centrodestra, dato che il candidato Occhiuto guida con una larga maggioranza compresa tra 46,5% e il 50,5%. Segue Bruni, della coalizione di Centrosinistra e M5S, con il 24-28% delle preferenze. De Magistris, che guida la coalizione di Democrazia Autonoma, SI e Un’altra Calabria è possibile, insegue con il 21-25% dei voti, mentre fatica Oliviero (ex PD che guida una lista civica), dato che si colloca tra l’1,5% e il 3,5%, e rischia quindi l’esclusione dal consiglio regionale.

Ore 15.30: Prime proiezioni di Napoli. Nel capoluogo campano agevole corsa per Manfredi (Csx), con un dato compreso tra il 57% e il 61%. Segue Maresca del Centrodestra, con preferenze che si aggirano sul 19-23%. Bassolino, con la sua coalizione che comprende Azione e il Partito Gay, stanzia tra il 9% e il 13%, mentre Clemente di Potere al Popolo permane tra il 5,5% e il 7,5%.

Ore 15.25: Prime proiezioni di Milano. Sala, candidato del Centrosinistra, sembra in dirittura d’arrivo per il suo secondo mandato, visto che al momento viene dato tra il 54-58%. Rincorre Bernardo (Cdx) con un dato che oscilla tra il 32% e il 36%, e si candida per il ballottaggio. Parità al momento tra Paragone (Lista Civica) e Pavone (M5S), stazionati entrambi tra il 2% e il 4%.

Ore 15.20: Prime proiezioni di Torino. Situazione al momento che dà il vantaggio a Lo Russo (Csx), con gli exit poll che lo danno tra il 44% e il 48%; non troppo distante invece il candidato del Centrodestra, Damilano, con un dato tra il 36,5% e il 40,5%. A seguire, con poche chance di recupero, ci sono Sganga (M5S e Verdi) con il 7-9% delle preferenze, e D’Orsi (Potere al Popolo, Sinistra in Comune, Pci) con l’1,5-3,5% dei voti.

Ore 15.15: Prime proiezioni di Roma. Sarà testa a testa tra Gualtieri e Michetti, secondo i primi exit poll per quanto riguarda la capitale. Il candidato del PD, che guida la coalizione del Centrosinistra, ha un vantaggio risicato, che va dal 27% al 31%, mentre il capolista del Centrodestra si stanzia al momento tra il 26,5% e il 30,5%. Tra Calenda (Azione) e Raggi (M5S) al momento permane la parità, con dati compresi tra il 16,5% e il 20,5%.

Ore 15.10: Prime proiezioni di Bologna. Secondo i primi dati sulle tendenze elettorali nel capoluogo emiliano, risulta Lepore (Csx) in testa con circa il 61-65% delle preferenze. A seguire il candidato del Centrodestra Battistini, con un dato che oscilla tra il 26,5% e il 30,5%. Il “derby” della sinistra radicale al momento se lo aggiudica la lista di Potere al Popolo di Marta Collot, con un dato tra il 2% e il 4% delle preferenze, mentre segue la lista Palumbo, con preferenze che vanno dall’1% al 3%.

Ore 15.00: Chiudono le urne, inizia la diretta. Al via la diretta sui 103.1 fm e sullo streaming e già i riflettori si puntano sull’affluenza alle urne, che può condizionare i risultati stessi. La media nazionale alle 23.00 di ieri sera era al 41,6%, mentre il dato di Bologna era uno dei più bassi in assoluto: 35,19%. Rispetto a dieci anni fa, le elezioni comunali del 2011 per le quali si è votato su due giorni come quest’anno, il calo è stato del 17,49% alle ore 23.00 della domenica (l’affluenza fu del 52,68%).

Articolo precedenteIl TTFF inaugura con film su confini e umanità
Articolo successivoAll You Need is Ska – Undicesima Stagione