Otto palcoscenici romagnoli accoglieranno E’ Bal, la seconda edizione della rassegna dedicata alla danza contemporanea.
Inaugura l’1 novembre il progetto promosso da ATER: spettacoli romagnoli per la danza contemporanea.

E’ Bal (in dialetto romagnolo, il ballo) riporta la danza nella culla delle balere. La rassegna itinerante si snoda intorno ai comuni di Cattolica, Gambettola, Longiano, Mondaino, Riccione, Rimini, Santarcangelo e, per la prima volta quest’anno, San Marino. Un’iniziativa preziosa di coordinamento e aggregazione di diverse strutture intorno a una delle pratiche fondamentali dello spettacolo dal vivo. Artisti emergenti e coreografi esperti presenteranno le proprie opere nel variegato programma di E’ Bal e, utilizzeranno i linguaggi del contemporaneo, dimostrando la grande ricchezza espressiva della creatività italiana.

“Abbiamo messo insieme tante strutture, in un lavoro di relazione, per far conoscere e far crescere la danza contemporanea. Disciplina, che in questo momento storico sta dando tanto al nostro paese”, spiega ai nostri microfoni Pasquale Vita, direttore di ATER.

Ad aprire la rassegna, l’1 novembre, saranno Laura Guidetti e la compagnia Sanpapié con un percorso di danza itinerante che toccherà i luoghi nel cuore di Riccione. A seguire, sul palcoscenico del Teatro Petrella di Longiano, Nicola Galli con Deserto Digitale e 10 miniballetti di Francesca Pennini. Il 30 gennaio, al Teatro Titano di San Marino, l’amatissima Silvia Gribaudi presenterà Graces. Il Salone di Snaporaz di Cattolica ospiterà invece Marco D’Agostin con il suo First Love.
Non mancheranno spazi dedicati ai più piccoli con le proposte per le giovani generazioni del Teatro Comunale di Gambettola e il laboratorio Playground al Teatro Petrella.
Allo spazio Tondelli di Riccione, Lorenzo Gleijeses andrà in scena con Una giornata qualunque del danzatore Gregorio Sasma. A seguire, al Teatro degli Atti di Rimini, Emio Greco e Pieter C. Scholten con Sweet like a chocolate, Simona Bertozzi con ILINX-don’t stop the dance e Paola Bianchi con Energheia. Ultimo spettacolo del cartellone, venerdì 22 maggio, al Teatro Lavatoio di Santarcangelo: PUNK kill me please, di Francesca Foscarini e Cosimo Lopalco.

Da non perdere gli appuntamenti con i laboratori interdisciplinari e le masterclass, tra cui gli incontri con il Prof. Alessandro Pontremoli, uno dei maggiori studiosi dell’arte coreutica in Italia.

Si configura così un progetto di ricerca artistica, in cui i linguaggi del contemporaneo indagano la dolce armonia tra eleganza e poesia.

Amalia Apicella

Ascolta l’intervista a Pasquale Vita