Il teatro cittadino che sta celebrando i 250 anni dalla sua nascita chiude la stagione 2013 e inaugura quella nuova del 2014 il 14 gennaio con il Parsifal di Wagner.

Guarda il video.

Un’opera molto particolare per la storia legata proprio alla città di Bologna: al Comunale, infatti, venne messo in scena il Parsifal un secolo fa, per la prima volta oltre i confini di Bayreuth. Il dramma sacro avrà la regia di Romeo Castellucci, importante nome a livello europeo, anch’egli legato a Bologna per ragioni biografiche.

“La lirica ha il compito di rispondere alle grandi domande del nostro tempo” spiega Nicola Sani, Maestro Consulente Artistico del Sovrintendente, per questo la prossima stagione s’intitola “perché…”. Non un insieme di titoli, ma un percorso che il teatro deve fare insieme alla sua città

Il problema economico è noto a tutti, ciononostante l’obiettivo di mantenere alto il livello delle rappresentazioni è stato raggiunto. Si continua dunque con Tosca di Puccini, Così fan tutte di Mozart, Guillaume Tell per la regia di Graham Vick, questi ultimi due diretti dal Maestro Michele Mariotti.

Ci sarà anche il balletto con Il lago dei cigni di Cajkovskij, interpretato dal Kremlin Ballett di Mosca e nel corso dell’anno avrà spazio anche la musica contemporanea: un melodramma Cassandra tratto da Christa Wolf e interpretato da Michel Jarrel e Ragtime un musical per la stagione estiva.

Si conclude a dicembre, con Lady Macbeth del distretto di Mcensk.

Non può certo mancare la stagione sinfonica: un grande fiume russo tra Sostakovic, Mjaskovskji, Prokof’ev e gli irrinunciabili Strauss, Mozart, Stravinskij, Wagner e Beethoven. Questi ultimi appuntamenti si terranno, come di consueto, al Teatro Manzoni.

Lucia Occhipinti