Una nuova prima nazionale ieri sera per il programma di danza del Festival Cuore di Grecia: la compagnia Rootlessroot ha presentato ai Teatri di vita Eyes in the colors of the rain.

Festival Cuore di Grecia

Scopo della compagnia Rootlessroot in questo lavoro è confrontarsi con la crisi dell’identità di fronte a una società che cerca la solidità, ma i cui parametri di sicurezza sono in costante cambiamento. In scena un trio visionario composto dai due danzatori Linda Kapetanea e Jozef Frucek e dall’attore Giorgos Frintzilas che tentano costantemente di comunicare al pubblico la propria visione del mondo: Giorgos quello della poesia Notte di William Blake, Jozef quello dell’apocalittica visionarietà distruttiva di San Giovanni, e Linda uno tutto intimo, tenero e femminile. Eyes in the colors of the rain si sviluppa così come intreccio e collisione di diversi linguaggi performativi fra recitazione, danza contemporanea, arti marziali e acrobazie, in un vortice estetico senza fine che colpisce per la sua fisicità materica e per la sua carica passionale. Suono, scenografia e luci – frutto della collaborazione di Vassilis Mantzoukis e Jukka Huitila – sono in quest’ottica centrali per accrescere il dinamismo dei movimenti, sempre in bilico fra corteggiamento e combattimento, scherzo e sfida, e sovraccaricare la tensione della performance.

Federica Pezzoli

La compagnia Rootlessroot è stata creata ad Atene nel 2006 da Linda Kapetanea (Atene) e Jozef Frucek (Bratislava), che negli anni precedenti hanno danzato per la Ultima Vez Company di Wim Vandekeybus. Lo stile della compagnia combina una forte fisicità nella danza con una forte interconnessione dei diversi linguaggi estetici. I suoi spettacoli sono stati presentati in numerosi festival europei.

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61