Era una sfida e sembra proprio che l’abbiano vinta. La redazione regionale dell’agenzia stampa festeggia i suoi vent’anni con una tre giorni tra Bologna, Cesena e Reggio Emilia. Il caporedattore, Marco Sacchetti, ai nostri microfoni racconta questi due decenni.

La redazione emiliano-romagnola dell’agenzia stampa Dire compie vent’anni e li celebra con tre giorni d’incontri. Nel ’94, quando nacque, era una scommessa senza precedenti. Le agenzie stampa sono a Roma, o al massimo a Milano se si occupano di finanza. Si decise, invece, di fare i conti con il territorio e costituire una redazione regionale proprio qui, in Emilia-Romagna.

Le agenzie stampa allora lavoravano con strumenti totalmente diversi da quelli attuali. Si inviavano fax e i contatti personali erano decisivi. Bisognava farsi conoscere ed essere credibili. Nel breve (o lungo, dipende dai punti di vista) lasso di tempo di due decenni, gli strumenti dell’informazione sono totalmente cambiati, ma non pare mutata la professionalità della Dire.

Tra i momenti giornalisticamente più importanti della vita dell’agenzia, il caporedattore Sacchetti, ricorda senza dubbio, i giorni fibrillanti che portarono alle dimissioni di Flavio Del Bono. Alla stesso modo fu importante e dolorosa per la redazione dell’agenzia la scomparsa del collega Simone Rochira nel 2010, che sarà ricordato con la consegna di una borsa di studio.

L’appuntamento è dunque per domani in Cappella Farnese alle 09.45 per l’apertura lavori cui seguirà il saluto del sindaco Virginio Merola. Alle 10.15 Presentazione della ricerca “Informare, comunicare, partecipare: La cittadinanza nel tempo del web 2.0” sul rapporto fra social media e informazione in ambito locale. Relazione di Cristian Vaccari, docente del corso di laurea in Mass Media e Politica dell’Università di Bologna.

Alle 11.15 Tavola rotonda. “Twitto dunque sono: informare, comunicare, intrattenere”, mentre alle 12.30 si terrà la cerimonia di consegna della borsa di studio “Simone Rochira” agli studenti della Scuola superiore di Giornalismo “Ilaria Alpi” di Bologna. Partecipano Gerardo Bombonato e Olivio Romanini presidente e segretario Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna.

E per finire, dalle 22 festa a Villa Serena. Durante la serata suoneranno Iggy and his Booze con la partecipazione straordinaria di Luca Donigaglia e poi ancora musica con Mingo dj.


Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoIn piazza Verdi il “botellón dei senza casa”