“Questa è una manovra economica poderosa, non pensiamo di combattere un’alluvione con gli stracci, con i secchi. È una vera e propria diga per proteggere imprese, famiglie e lavoratori”. Con queste parole Giuseppe Conte, in conferenza stampa a palazzo Chigi, parla dell’ultimo decreto approvato dal governo per fronteggiare l’emergenza coronavirus. “Il decreto approvato è consistente – gli fa eco il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri – è una prima risposta ed è stato “utilizzato tutto il limite dell’indebitamento autorizzato dal Parlamento”.

Decreto “Cura Italia”: le misure

La vera e propria manovra economica, che stanzia 25 miliardi e mobilita finanziamenti per 350 miliardi, è stata ribatezzata “Cura Italia”. Tra le norme ci sono aiuti per medici, lavoratori, famiglie e imprese.
Le misure da un lato riguardano il rafforzamento del servizio sanitario per fronteggiare l’emergenza, con la requisizione di alberghi e cliniche private, l’apertura continuativa delle fabbriche di farmaci e l’allestimento di ospedali militari da campo, dall’altro prevedono tutele per chi ha perso o rischia di perdere il lavoro, con lo stop ai licenziamenti, il reddito di “ultima istanza”, la sospensione dei mutui, la sospensione delle imposte ed altre misure.

Abbiamo sintetizzato in una scheda, realizzata dalla nostra Anna Uras, le principali misure contenute nel decreto.

ASCOLTA LA SCHEDA: