Sono sei milioni e 315mila euro le risorse che la Regione Emilia-Romagna ha deciso di aggiungere ai 49 milioni già presenti nel Fondo sociale regionale per fronteggiare i nuovi problemi generati dalla crisi sociale ed economica seguita alla pandemia da Covid-19.
Lo ha annunciato questa mattina la vicepresidente Elly Schlein, che ha presentato le misure ai giornalisti. Le risorse andranno a persone trovatesi improvvisamente in difficoltà, ma anche hikikomori e senza fissa dimora.

Crisi sociale, le risorse aggiuntive dell’Emilia-Romagna

Le nuove risorse stanziate dalla Regione sono suddivise in tre voci di spesa. La prima e più corposa spesa, pari a 4 milioni di euro, riguarda azioni di contrasto alle disuguaglianze e alla crisi generata dal Covid-19. Una molteplicità di azioni che saranno i territori e i rispettivi enti locali a mettere in campo e che serviranno a fornire un aiuto, ad esempio, a persone che hanno perso il lavoro durante il lockdown.
“Alcuni sindaci ci hanno riferito – osserva Schlein – che hanno ricevuto molte richieste da persone che non avevano mai visto prima”.

Il secondo capitolo riguarda il contrasto alla povertà minorile ed educativa e ammonta a 1,5 milioni di spesa. Da segnalare per la prima volta le azioni di contrasto al fenomeno degli hikikomori, che in italiano è traducibile con “ritiro sociale”. Si tratta soprattutto di adolescenti che hanno scelto di ritirarsi dalla vita sociale, spesso cercando livelli estremi di isolamento e confinamento. Scelte causate da fattori personali e sociali che la Ragione ora cerca di contrastare.

La terza voce di spesa, pari a 815 mila euro, riguarda il contrasto alla grave emarginazione adulta, in altri termini i senzatetto. Duramente esposti e colpiti dalla pandemia, ai senzatetto ora vanno riservati interventi che prevedono anche progetti di housing first, percorsi di autonomia abitativa assistita da associazioni che si occupano della loro tutela.

“Le disuguaglianze sono in aumento e nuovi bisogni stanno emergendo – sottolinea Schlein – Sappiamo che non sarà un autunno facile e la decisione di incrementare le risorse del fondo nasce anche dal confronto serrato coi Comuni e dalle richieste dei sindacati”.
L’obiettivo dichiarato da Schlein è quello di aiutare gli enti locali a non lasciare nessuno indietro e per farlo oggi la Regione ha stanziato complessivamente più di 55 milioni di euro.

ASCOLTA LE PAROLE DI ELLY SCHLEIN: