Riprendono a Bologna gli appuntamenti di Cortile in Comune per ragionare sul futuro con ospiti dal mondo della musica – con Bebo de Lo stato sociale che dialogherà con Elio Biffi dei Pinguini Tattici Nucleari, Levante e Myss Keta – del teatro, come la Compagnia attori dell’Ert protagonisti del primo spettacolo della ripresa, Chiara Bersani in dialogo sulla rappresentazione dei corpi.
Ancora: la Settimana europea della mobilità sostenibile con Luca Mercalli e Trebor Scholz. 

Tante sono le collaborazioni da Resilienze Festival a Altas of Transitions Biennale, dalle sonorizzazioni dal vivo di film curate con l’Associazione Shape, alla collaborazione con l’Associazione Culturale Ex B. La rassegna si chiuderà con la prima presentazione del progetto Quadrilatero della Cultura e una due giorni dedicata ai temi dell’Europa e le città. 

Cortile in Comune: gli appuntamenti

Dal 28 agosto al 27 settembre quasi ogni sera sarà il cortile Guido Fanti ad ospitare incontri, talk, performance, musica dal vivo per la rassegna culturale curata da Fondazione per l’Innovazione Urbana. Molti gli ospiti e le realtà coinvolte nel percorso di rete che caratterizza la programmazione: filo rosso sarà una riflessione aperta e condivisa sul futuro delle città.

Il primo appuntamento sarà venerdì 28 agosto con la Mise en espace “Ultima notte sulla terra. Da qui si vedono tutte le città” a cura della Compagnia permanente di ERT. Prendendo spunto dal celebre romanzo di Jules Verne “Dalla terra alla luna”, la serata proporrà una passeggiata stellare” che vuole imparare dalla fantasia e che, per il tramite dell’ironia e della metafora, intende suggerire nuove prospettive di conoscenza sulle città contemporanee.

Si proseguirà lunedì 31 agosto con il dibattito “I corpi che verranno, liberazione, simboli del potere e rappresentazioni possibili” con ospiti l’attrice Chiara Bersani, Sara Manfredi di CHEAP Street Poster Art, la fumettista Cristina Portolano, la fondatrice del collettivo GRIOT Italia Johanne Affricot e l’editrice Antonia Caruso. L’incontro sarà moderato dalla filosofa Maura Gancitano di Tlon.

Riprenderanno anche le Conversazioni sul futuro curate e condotte da Alberto “Bebo” Guidetti de Lo Stato Sociale con ospiti legati al mondo della musica a confronto pubblico su temi di attualità, sessualità, nuove tecnologie e ambiente. Gli appuntamenti di settembre vedranno protagonisti Elio Biffi dei Pinguini Tattici Nucleari giovedì 3, Levante giovedì 10 e Myss Keta giovedì 24.

Un’importante occasione di sperimentazione di nuovi linguaggi e contaminazioni artistiche sarà quella con l’Associazione Shape, che curerà due sonorizzazioni dal vivo di film.
Il 2 settembre “Ooopopoiooo”, il duo formato da Vincenzo Vasi e Valeria Sturba, proporrà la colonna sonora elettromagnetica de L’Uomo Meccanico di André Deed (1921), mentre mercoledì 9 sarà la volta dell’artista visivo e regista Marco Bolognese e del sound performer Valerio Maiolo.

Venerdì 4 settembre, per l’anteprima del festival Resilienze, verrà presentato Arcipelago 19: un progetto collettivo di fotografi e fotografe professionisti realizzato durante il lockdown.
Lunedì 7 settembre ci si sposterà invece in ambito letterario con la presentazione del libro di Alberto Sebastiani “Padre Nostro, riscritture civili di una preghiera tra musica e letteratura”, con un intervento di Marino Severini della Gang.
Mercoledì 9 settembre invece si parlerà di nuove tecnologie e del futuro del comparto creativo grazie all’intervento di C.R.I.C.C. – Centro per l’interazione con le Industrie Culturali e Creative.

Un’attenzione particolare sarà data alle trasformazioni in corso nel mondo della musica con il dialogo tra Anna Scalfaro, Pierfrancesco Pacoda e rappresentanti di Estragon, Fonoprint e Irma Records. A seguire, nella stessa serata, l’sonorizzazione a cura di Valerio Maiolo e Marco Bolognese.
Continuando, martedì 8, venerdì 11 e sabato 12 settembre grazie a “Mettiamoci in ascolto – Lezioni di musica” organizzate con l’Associazione Culturale Ex B., Federico Sacchi, Stefano Zenni e Luca Bragalini racconteranno i protagonisti ed i movimenti attorno alle musiche nere – da Charlie Parker a Marvin Gaye, da Robert Johnson a Stevie Wonder – in un viaggio che attraverserà il cinema, la letteratura, la religione e in generale la cultura contemporanea.

Sempre venerdì 11 settembre, in apertura della serata, la lettura sarà nuovamente al centro della scena, con i fumetti futuribili di Otto Gabos e Sergio Rossi, mentre domenica 13 è previsto l’incontro con i Gruppi di Lettura di Bologna condotto da Serena Di Battista e Francesca Zambito e organizzato nell’ambito del Patto per la Lettura.
Lunedì 14 settembre verrà dato spazio a una riflessione sull’arte contemporanea, con un dialogo attorno alle trasformazioni del Nuovo Forno del Pane.

In occasione della Settimana Europea della Mobilità – che sarà dal 16 al 22 settembre 2020 – sono invece in programma diversi incontri di approfondimento legati al diritto alla città, alla mobilità urbana, all’accessibilità e alla tutela dell’ambiente. Trebor Scholz interverrà giovedì 17 nell’ambito di un incontro dedicato al progetto “Consegne etiche” mentre Luca Mercalli, in occasione della serata #chiediloamercalli prevista per lunedì 21, risponderà alle domande dei cittadini e delle cittadine di Bologna sui temi “Progettare la città resiliente” e “Il cambiamento parte da me”.

Martedì 22 settembre il cortile Guido Fanti ospiterà inoltre una serata di discussione politica aperta al commento dei risultati delle elezioni amministrative e del referendum in programma il 20 e 21 settembre. Il tema della partecipazione sarà inoltre al centro della serata di mercoledì 23 settembre: verranno infatti presentati alle 19 il libro “Partecipazione, processi di immaginazione civica e sfera pubblica” di Roberta Paltrinieri e Giulia Allegrini e, alle 20.30, in anteprima, “Saga”, la docuserie di Zimmerfrei che racconta Bologna attraverso i percorsi esplorativi e di appropriazione di alcuni giovanissimi che chiamano casa questa città. La proiezione sarà seguita da un incontro, condotto da Marina Misaghi Nejad, tra gli autori Anna de Manincor e Massimo Carozzi e i protagonisti dei documentari.

Per finire, nel fine settimana conclusivo di Cortile in comune si susseguiranno alcuni incontri di carattere strategico per la città di Bologna. Venerdì 25 settembre la rassegna ospiterà infatti la prima presentazione pubblica del progetto Quadrilatero della Cultura, il nuovo polo della cultura e della partecipazione che sta nascendo nell’ambito del progetto Laboratorio Aperto.
Sabato 26 e domenica 27 sarà invece la volta di “Per una nuova Europa delle città”: due incontri che inaugureranno “un cantiere” volto a favorire il confronto con altre città europee, lo studio e lo scambio di buone pratiche, la costruzione di reti e alleanze strategiche, in particolare intorno ai temi di big data e politiche della conoscenza, sostenibilità ed emergenza climatica, inclusione e diritti sociali.

Tutti gli eventi qui sopra descritti della rassegna Cortile in comune sono a ingresso libero con prenotazione obbligatoria del posto e si svolgono nel rispetto del distanziamento e delle normative anti-Covid. Le prenotazioni sono attive sul sito www.boxerticket.it.