La collettiva Co.co.co., in collaborazione con Xm24, organizza per questo pomeriggio, mercoledì primo luglio, e per domenica, due giorni di tavole rotonde sulla pandemia. “Convegno Co.co.co. – Convivi col Covid” è il titolo dell’iniziativa, che si svolgerà in due sedi diverse e metterà a confronto diversi esperti del mondo sanitario, tra cui alcuni in prima linea nell’emergenza, con attiviste e attivisti, cittadine e cittadini.

Covid, il convegno dal basso

L’iniziativa “nasce dall’urgenza di fare chiarezza sullo stato delle ricerche relative alla pandemia di Covid-19 in corso, ma anche su quelle che verranno, per orientarsi fra le tante voci contrastanti, se non diametralmente opposte, circa natura del virus e strategie plausibili di convivenza”, scrivono le organizzatrici. In particolare, a sei mesi dall’inizio della pandemia, si ritiene necessario “aprire un dibattito pubblico sulla sua gestione come fenomeno anche in termini di condivisione e aggiornamento dei dati disponibili”.

Per questo sono stati pensati due momenti. Il primo, quello di questo pomeriggio alle 18.00, alla Casa del Popolo 20 Pietre, via Marzabotto 2, sarà un momento di autoformazione. Per partecipare è necessario comunicare la propria presenza scrivendo a covicovi@indivia.net.
Ad intervenire saranno Leonardo Setti, biochimico all’Università di Bologna e fondatore di Aria Pesa, che ha studiato le relazioni circa l’effetto dell’inquinamento da particolato atmosferico e la diffusione di virus; Fabio Trapani, infettivologo presso il reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale Sant’Orsola; Gianni Tognoni, epidemiologo e presidente del Tribunale Permanente dei Popoli; Vito Totire, medico del lavoro e portavoce delle associazioni AEA (Associazione Esposti Amianto), Chico Mendes e Francesco Lo Russo; Alberto Giorni, guardia medica a Perugia durante il Lockdown, psicoterapeuta e medico di base.

Ad intervenire saranno anche esponenti del Lab57, il progetto autogestito di riduzione del danno provocato dall’abuso di sostanze psicoattive legali, che aveva sede ad Xm24, che si concentrerà sull’incidenza o meno dell’uso di sostanze nel contagio Covid e sul problemi di abuso/astinenza sostanze durante il lock-down, e il Collettivo AltreMenti Educattive – collettivo antipsichiatrico attivo all’interno di Xm24, che parlerà delle problematiche socio-sanitarie evidenziate dal lockdown e gli abusi legati alla gestione istituzionale  della pandemia.

Il secondo incontro, invece, si svolgerà domenica 5 luglio al Parco delle Caserme Rosse, in via di Corticella 147 e durerà tutta la giornata, a partire dalle 12. In particolare, alle 15 ci sarà un confronto a cui le persone del pubblico sono invitate ad interagire con gli esperti. Tra loro ci saranno Giorgio Ferrari, storico, studioso di metodologia della ricerca scientifica e fondatore di Radio Ondarossa, l’infettivologo Trapani e Maria Di Girolamo, dirigente medico dell’Ausl di Modena.
All’incontro prenderanno parte anche associazioni cittadine, in particolare tutte quelle che durante il lockdown hanno organizzato iniziative solidali.
A moderare le due giornate saranno Keivan Kaveh (neurologo presso l’ospedale Maggiore di Bologna) e Maria Laura Mascelloni (Colllettiva Convivi col Covid).

ASCOLTA L’INTERVISTA A MARIA LAURA MASCELLONI: