Comincerà domani la rassegna “E.lette – La letteratura nei femminismi sommersi” una tre giorni che si terrà tra la biblioteca di San Giorgio di Piano e la Biblioteca delle Donne di Bologna creare un collegamento tra queste due realtà e per presentare tre scrittrici che sono riuscite a creare un dialogo interculturale.

A San Giorgio di piano la rassegna su donne e letteratura

Ai nostri microfoni Samanta Picciaiola, presidentessa di Orlando, afferma: «L’idea è quella di creare un network tra biblioteche come quella di San Giorgio che consideriamo più lontane dal centro urbano, da Bologna, che sono biblioteche di carattere comunale e una biblioteca altamente specializzata come la Biblioteca Italiana delle donne, gestita dall’associazione Orlando, biblioteca dedicata ai saperi e al protagonismo delle donne, è la seconda biblioteca europea specializzate»

Domani alle ore 20.30 al giardino della biblioteca civica di San Giorgio di Piano, verrà inaugurato l’evento con Mattia Zucchini, assessore alla cultura di San Giorgio di Piano, Daniela Guercio, presidentessa di Falling Book e Samanta Picciaiola. A seguire ci sarà un incontro con Wissal Houbabi, autrice dei racconti “Che ne sarà dei biscotti” e “Traroots”, in dialogo con Samanta Picciaiola. Sabato, sempre nel giardino della biblioteca di San Giorgio Piano, ma alle ore 18 ci sarà l’incontro con Nadeesha Uyangoda autrice de “L’unica persona nera nella stanza” in dialogo con Daniela Guercio. L’ultimo incontro si terrà alla Biblioteca delle Donne con Elvira Mujcic, autrice di “Consigli per essere un bravo immigrato” e “Dieci prugne ai fascisti” che dialogherà con Samanta Picciaiola.

Le autrici scelte sono «autrici che hanno attraversato i confini anche soprattutto attraverso la scrittura non solo fisicamente, abbiamo scelto delle voci di donne che portano in sé tutta la complessità e la bellezza di quella che chiamerei una prospettiva intersezionale. Quindi sono donne hanno lingue e culture differenti, ma hanno scelto la lingua italiana per esprimere questa complessità» continua Samanta.

Gli eventi saranno realizzati grazie al contributo della regione Emilia-Romagna, promosso dal Comune di San Giorgio di Piano in collaborazione con Falling Book – Associazione Culturale e Orlando – Centro delle Donne di Bologna.

Manuela Bassi

ASCOLTA LE PAROLE DI SAMANTA PICCIAIOLA:

Articolo precedenteEstate ai 300 scalini: la rassegna culturale nei colli bolognesi
Articolo successivoLe Maldicenze: Flavia Biondi racconta due storie a tema LGBTQ+