A FujikoFocusOn inauguriamo una serie di interviste ai candidati alle prossime elezioni comunali di Bologna. Sentiremo esponenti che coprano tutto il panorama politico, su argomenti di varia natura ma indicativamente relativi agli eventi in atto nella nostra città, per avere risposte sia sulla stretta attualità sia su temi più generali, per aiutare voi, e noi, a meglio comprendere e, se varrà la pena, scegliere. Oggi abbiamo intervistato Giorgio Pirazzoli, candidato al Consiglio Comunale con la lista mista, civico – partitica, della quale fanno parte Sinistra Ecologia E Libertà, Verdi e Costituente Ecologista. Insieme con Amelia Frascaroli, per sostenere il candidato sindaco Virginio Merola.

Con Giorgio Pirazzoli, direttore del Mercato della Terra di Bologna, abbiamo parlato delle proposte della lista per la città. Lui, anche alla luce della sua esperienza, punta sull’ecologia (con bike a car sharing, blocco del traffico nel weekend in zona Mille, differenziata anche in centro e raccolta rifiuti porta a porta), sulla sostenibilità ma soprattutto sulla valorizzazione e rigenerazione del territorio: “Promozione dei GAS (Gruppi di Acquisto Solidale), dei mercati a KM zero: in sostanza quello che io reputo importante è consumare meno territorio, meno risorse, e perché no? anche meno cibo: per vivere meglio, in una città piu sobria e magari più felice”.
Ma, dato che non di solo ambiente vive l’uomo, un occhio particolare va anche alla solidarietà “alla bolognese”: sarebbe bello avere “una città più aperta, più solidale, anche in discontinuità con il tema del razzismo, per esempio passandoci il biglietto del bus. E’ una cosa trasversale, economica e che renderebbe più vicine parti della città che magari si ignorano, residenti e studenti, immigrati e bolognesi da una vita”.
Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoRevisionismo e negazionismo, quale Giornata della Memoria?