Questo pomeriggio alle 16,30 in Piazza Nettuno la Fiom tornerà in presidio per ridare visibilità al lavoro nella nostra provincia.

“Le lavoratrici e i lavoratori metalmeccanici coinvolti dalla crisi sono oltre 16 mila e cinquecento. Alcuni di questi non hanno più a disposizione alcuna copertura economica, altri nel corso del 2013 avranno terminato tutti gli ammortizzatori sociali a disposizione, con scarse possibilità di ricollocarsi” così la Fiom ricorda nel volantino dell’iniziativa di questo pomeriggio l’importanza del tema del lavoro nel dibattito pubblico.

“Dal secondo dopoguerra la nostra provincia ma anche la nostra regione non ha mai vissuto una situazione tanto drammatica, fatta di licenziamenti e disoccupazione” ricorda Giordano Fiorani, segretario provinciale della Fiom di Bologna.

Alle 17 una delegazione dei metalmeccanici e dei suoi rappresentanti incontrerà Virginio Merola per poter ricordare alle istituzioni cittadine la gravità e l’importanza del discorso sul lavoro “che in un momento come questo non può essere messo da parte” sottolinea Fiorani.

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoIn piazza Verdi il “botellón dei senza casa”