Dai No People Mover ai No Global, da ex assessori ad attuali consiglieri, fino a palestinesi nati a Betlemme e referendari per la scuola pubblica. Coalizione Civica ha scelto la squadra che affiancherà Martelloni nella corsa a Palazzo D’Accursio. Ecco i nomi.

In un’assemblea svoltasi ieri alle Scuderie di piazza Verdi, Coalizione Civica ha votato i propri candidati al Consiglio comunale. “Siamo l’unica formazione che ha scelto in modo democratico e partecipato la propria squadra”, ha sottolineato il candidato sindaco Federico Martelloni.
Per sottoporre la propria candidatura, gli aspiranti dovevano inviare il proprio curriculum, sostenuto dalle firme di 10 componenti di Coalizione Civica e 10 esterni.

LA LISTA. Dai No People Mover ai No Global, da ex assessori ad attuali consiglieri, fino a palestinesi nati a Betlemme e referendari per la scuola pubblica. La lista di candidati consiglieri e candidate consigliere con cui Coalizione Civica si presenta alle elezioni è composta da nomi più o meno noti dell’alternativa al Pd, alcuni dei quali hanno abbandonato i Democratici di recente.

Il palestinese Ibrahim Ahmad, detto Abu Dawod, il No People Mover Lorenzo Alberghini, il chimico ed ex-coordinatore di Sel Luca Basile, le giovani attivista Margherita Boncompagni ed Emily Clancy, la “referendaria” Marina D’Altri, la giornalista Agnese Doria, l’anima del Tpo Gianmarco De Pieri, il sindacalista Tper Vincenzo Fanari, l’operatrice del centro antiviolenza di Imola e fondatrice di Sisma.12 Annalisa Gagliano, l’urbanista e scrittrice Maria Angiola Gallingani, il pensionato ed ex sindacalista Andrea Garofani, l’esponente dell’Assemblea delle Scuole Brunella Guida, il magistrato in pensione Maria Longo, l’attivista Antonio Madera, l’operatrice socio-sanitaria Laura Moscarelli, il mediatore culturale Aziz Chergui Ouadeh, la dipendente regionale Silvia Pagnotta, l’avvocato lavorista Sergio Palombarini, gli attuali consiglieri comunali Mirco Pieralisi (S.I.) e Federica Salsi (ex M5S), l’insegnante Adele Porcaro, il funzionario ministeriale Ciro Rinaldi, l’architetto Piergiorgio Rocchi, l’ex assessore Alberto Ronchi, il medico Barbara Curcio Rubertini, l’educatrice Ramona Ruggeri, il produttore agricolo Alessandro Spadoni e l’avvocato ed attivista femminista Barbara Spinelli, l’avvocato penalista Marilisa Tenace.

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoRevisionismo e negazionismo, quale Giornata della Memoria?