Il Quartiere Santo Stefano, in collaborazione con Spazio Giovani dell’Azienda USL di Bologna e l’Associazione Verba Manent, propone la rassegna “Gli adolescenti nel cinema”: un ciclo di film e conferenze dedicati a adolescenza e preadolescenza, rivolti al pubblico degli adulti e delle nuove generazioni. I film verranno proiettati al cinema Antoniano, in via Guinizelli n.3, e l’ingresso sarà gratuito.

Cinema e adolescenti, tra diritti, identità e ruoli

L’iniziativa cinematografica rientra nel progetto regionale Concittadini, in cui il Quartiere Santo Stefano, per l’anno scolastico 2019/2020, esplora i diritti e i doveri dell’adolescenza vissuti attraverso il naturale periodo di migrazione che caratterizza il transito tra l’età dell’infanzia e quella adulta, imponendo ad ognuno trasformazioni e cambiamenti.
L’età adolescenziale diviene così metafora della migrazione intesa come incontro con l’altro, rispetto di sé stessi e delle differenze altrui, migrazione come incontro tra culture, stili di vita, religioni differenti, potenzialità esclusive da condividere e rispettare. Attraverso il cinema, ragazzi e genitori possono confrontarsi sul tema del viaggio adolescenziale e dei cambiamenti che esso porta con sé.

Come emerso dalle passate edizioni, l’interesse transgenerazionale che l’attività suscita evidenzia un coinvolgimento della cittadinanza intera, non solo adolescenti e familiari a loro vicini. In effetti, l’obiettivo finale è costruire una cittadinanza educante, in cui ciascun cittadino può portare un personale contributo, sperando che ciò serva a sviluppare una convivenza armonica tra cittadini di diverse fasce di età, anche in relazione alla vita in città e alla condivisione di un medesimo contesto urbano.

I film in programma

Questa sera, alle ore 20.15, la prima proiezione è “Il Campione” (Leonardo d’Agostini, 2019). Il protagonista, Christian, è un giovanissimo calciatore pieno di talento ma indisciplinato; sarà il rapporto con il professore Valerio, timido e solitario, a permettere ad entrambi di crescere e cambiare. Il commento che seguirà la visione del film sarà guidato dal sociologo Adriano De Blasi, che solleciterà i ragazzi a esprimersi e intervenire su ciò che hanno visto.
Gli altri tre film in programma, rispettivamente martedì 11, 18 e 25 febbraio, saranno “Le mélodie” (Richard Hami, 2017), “Like me back” (Loenardo Guerra Seragnoli, 2019), “Chiamami col tuo nome” (Luca Guadagnino, 2017). Per il film “Like me back” è prevista una novità: il dibattito sarà condotto interamente dai ragazzi, che tratteranno per l’occasione il tema dei social network e dell’uso epidermico dello smartphone.

Sofia Marasca

ASCOLTA L’INTERVISTA A ROSA AMOREVOLE, PRESIDENTE DEL QUARTIERE SANTO STEFANO: