Cardiopatie congenite: iniziativa a sostegno delle cure

A febbraio, in concomitanza con la Giornata Mondiale delle Cardiopatie Congenite (14 febbraio), l’associazione Bambini Cardiopatici nel mondo – A.I.C.I. onlus realizzerà una campagna di raccolta fondi con numerazione solidale a sostegno del progetto “Cuori in Emergenza”.

Il progetto nasce nel 2016 per far fronte alla grave crisi internazionale che ha coinvolto diversi Paesi in cui Bambini Cardiopatici nel Mondo – A.I.C.I. onlus stava operando da anni. Questa difficile situazione ha causato un aumento delle richieste di intervento per bambini che non potevano essere operati nel proprio Paese a causa della mancanza di strutture adeguate all’esecuzione degli interventi.

Il progetto prevede due fasi:

  1. raccolta e valutazione delle richieste di intervento pervenute in Associazione per stabilire la sussistenza delle condizioni necessarie per procedere con l’operazione chirurgica in Italia;
  2. organizzazione logistica del viaggio in Italia e dell’intervento dei piccoli pazienti presso l’I.R.C.C.S. Policlinico San Donato.

Per ogni singolo caso Bambini Cardiopatici nel Mondo assicura la copertura dei costi, totale o parziale (a seconda che ci sia la partnership di altri enti o istituzioni), relativi a:

  • trasferimento da e per il Paese di origine dei pazienti e dei loro accompagnatori;
  • degenza ospedaliera, esami diagnostici e intervento chirurgico;
  • trattamenti e cure nel periodo post-operatorio;
  • soggiorno temporaneo presso strutture esterne all’ospedale dei parenti accompagnatori per il periodo in cui i piccoli pazienti sono ricoverati presso il reparto di Terapia Intensiva;
  • eventuali spese funebri.

Grazie al progetto “Cuori in Emergenza” ad oggi è stato possibile sostenere 38 casi provenienti da differenti paesi. I bambini provenienti da Paesi in guerra oppure non operabili in loco sono stati operati in Italia presso l’I.R.C.C.S. Policlinico San Donato.