Anche questa settimana è arrivato il momento di dare un’occhiata ai risultati ottenuti dalle squadre della nostra città, all’interno della rubrica sportiva: un fine settimana aperto venerdì sera con la sconfitta del Bologna.

Bologna Sport: nel calcio si apre la crisi

Friday Night Football da dimenticare per il Bologna, uscito sconfitto dal Bentegodi di Verona, in una partita che ha visto l’Hellas prevalere con il risultato di 2-1.


Ospiti in vantaggio dopo tredici minuti grazie alla splendida conclusione al volo di Riccardo Orsolini, che risponde così alle voci di mercato. Nel momento migliore per i rossoblù arriva però la doccia gelata, quando alla mezz’ora Caprari sfrutta un cross dalla sinistra e la spinge in porta con un colpo di tacco che scavalca un non proprio impeccabile Skorupski. Il secondo tempo si apre con l’assedio gialloblù con Simeone che spreca l’opportunità di portare avanti i suoi, ritrovandosi a tu per tu con il portiere. La scena si ripete cinque minuti dopo, con Skorupski che riesce nuovamente a fermarlo. Il goal decisivo arriva dalla panchina del Verona: infatti è un colpo di testa del subentrato Kalinic all’84° minuto a fissare il punteggio sul 2-1.

Questa è la terza sconfitta consecutiva su tre partite disputate in questo mese di gennaio per i rossoblù, che scivolano al tredicesimo posto in classifica a 27 punti e dicono probabilmente addio ad ogni speranza di giocare in Europa la prossima stagione. Ora c’è la sosta per le nazionali, e dal ritorno del 6 febbraio in poi rimangono comunque altre sedici partite per centrare un piazzamento tra le prime dieci.

Bologna Sport: Basket, domenica agrodolce e caos Fortitudo

Nella giornata di ieri sono andate in scena le sfide delle due squadre bolognesi di Basket, impegnate nel primo turno del girone di ritorno: la prima a scendere sul parquet è stata la Virtus, che a Brindisi centra il tredicesimo successo stagionale.
Preparazione in salita per gli uomini di Scariolo, senza Mannion positivo al Covid e Teodosic infortunato, nonostante ciò la partenza dai blocchi premia la Virtus che però si ritrova sotto di tre a fine primo tempo. I successivi dieci minuti vedono la V Nere realizzare un break che ribalta lo svantaggio e consente di piazzare l’allungo decisivo, un vantaggio che resiste anche alla rimonta dei padroni di casa, che si ferma sul 76-83 finale.
Complice lo stop della gara di Milano, i Campioni d’Italia agganciano momentaneamente il primo posto, in attesa della sfida contro Cremona di sabato 29 alle 20.

Situazione che invece torna ad essere rovente al PalaDozza, dove ieri la Fortitudo è incappata in una sonora sconfitta contro Tortona per 74-92.
La Effe non è mai realmente in partita, già dopo il primo quarto, gli ospiti approfittano di una difesa disorganizzata per portarsi a +17. La rimonta è timida è ispirata solamente dalla serie di timeout chiamati da Antimo Martino nel secondo quarto. Il resto del match è più combattuto, ma si mantiene la distanza siderale tra le due in termini di punteggio.
Una sconfitta che arresta il momento positivo della Kigili, uscita dal campo tra i fischi dei tifosi, indirizzati soprattutto al presidente Pavani, che a fine partita annuncia le dimissioni.
In un contesto in continuo cambiamento, almeno una cosa non cambia: la Fortitudo rimane quindicesima in classifica a +2 su Varese ultima, che però ha giocato due partite in meno. Insomma, il resto del campionato potrebbe essere molto complicato da questa sponda della Basket City.

Articolo precedenteSusanna Zaccaria presidente della Casa delle Donne: le priorità contro la violenza di genere
Articolo successivoCara Calma “Gossip! è la perfetta continuazione del nostro percorso”