Decine di poster per raccontare la storia di come Piazza Minghetti è diventata Piazza Fiammetta. Nella notte del 27 giugno, all’ingresso del Parco della Zucca di Via di Saliceto, Zia Pane è scesa in strada con un’azione di arte urbana che parla di toponomastica, arte e città, e di come nessuno di questi concetti sia neutro.

Le dichiarazioni di Zia Pane

“Abbiamo bisogno di sognare per guidare il nostro agire in una società che vive, da una parte, un forte lutto e dall’altra l’acuirsi di discriminazioni e ingiustizie sociali, economiche sulla base del genere, della razza, della classe, della sessualità, dell’età e della (dis)abilità. Vogliamo cambiare la storia e le statue, rivoltare i musei voluti dai “padri” della Cultura. Siamo giovani siamo anziane siamo queer siamo donne e ci riprendiamo lo spazio! Vogliamo il pane e le stelle. Vogliamo tutto”. ZIA PANE

La gallery dell’azione

ZiaPane