BOLOGNA JAZZ FESTIVAL: Plankton: un po’ gioco di parole (il nome del gruppo fonde assieme il cognome di Helga Plankensteiner, l’animatrice di questo sestetto, con “ton”, che in tedesco sta per “suono”), un po’ metafora di una musica che fluttua tra vari stili come il plancton si lascia trasportare dalle onde.

HELGA PLANKENSTEINER & PLANKTON

Helga Plankensteiner sax baritono e voce; Matthias Schriefl tromba; Gerhard Gschlössl trombone; Michael Lösch tastiere; Enrico Terragnoli, chitarra e banjo; Nelide Bandello batteria , ore 21:30
Cantina Bentivoglio, Bologna

protagonisti: Helga Plankensteiner

Helga Plankensteiner ha una laurea in sax presso i conservatori di Innsbruck e Trento, combinando, bilanciando, formazione classica e libertà espressiva.

La prima esperienza nel mondo del jazz risale al 1994, come cantante, in “L’opera da tre soldi”. Tra il 2001 e il 2002 frequenta un seminario con Carla Bley, pianista statunitense, che nel 2009 la vuole con sé nel tour europeo.
Uno dei progetti che Helga ha portato avanti è la discoteca “Frida!”; una produzione che fa dialogare musica e arte visiva, ispirata alla vita della celebre pittrice Frida Kahlo.

pensierino della sera …

Perché frequentare Platone, quando un sassofono può farci intravedere altrettanto bene un altro mondo?
(E.M. Cioran)