Da giugno a settembre, in centro, ma non solo, una costellazione di incontri, luoghi da riscoprire, musica, arte, cinema, teatro.

L’assessore alla cultura Davide Conte, in conferenza stampa, ha presentato alcune anticipazioni sulla rassegna “BèBologna Estate” promossa dal Comune di Bologna. Elemento importante di questa rassegna, sottolinea l’assessore, è l’integrazione di nuovi luoghi; tra questi, il giardino delle arti “Zu Art“, uno spazio nuovo in zona Strada Maggiore, aperto e reso accessibile proprio in occasione di questa rassegna.

“Questo per noi è una conquista tutte le volte che riusciamo a rendere accessibili nuovi spazi e luoghi”, ha aggiunto l’assessore alla cultura.

Tra le molte novità del cartellone estivo, in primo piano figura la mostra “David Bowie is“, dal 14 luglio 2016 al Mambo, iniziativa importante che conferma il Mambo quale museo in grado di ospitare mostre internazionali e di aprirsi al grande pubblico.

Inoltre, come ogni estate, si conferma la collaborazione con la Cineteca di Bologna, per cui non mancano gli appuntamenti in Piazza Maggiore del “Cinema ritrovato” e “Sotto le stelle“, e continua ad essere significativo il ruolo della musica jazz all’interno di questo festival: iniziative da parte della Montagnola Music Club, e Mascarella, ma da quest’anno anche la collaborazione dei Giardini al Cubò, di zona Unipol. Torna anche il Biografilm Festival al Cavaticcio, con le sue proposte culturali e gastronomiche, e gli spettacoli di “A Summer Music festival” al Piccolo Teatro del Baraccano e al Teatro Duse.

Tanti fili rossi dunque, legati non solo in modo significativo alla musica Jazz, all’arte, ma anche alla zona universitaria e alla visione di una città sempre più metropolitana che allarga i confini e offre diverse possibilità e occasioni ai suoi cittadini.

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoIn piazza Verdi il “botellón dei senza casa”