Ha preso vita il progetto “Bookstation”, nato dal patto di collaborazione tra Comune, associazioni Equi-libristi e Bibli-Os’ e consorzio Arcolaio: si tratta di tre postazioni di prelievo gratuito di libri nei centri di Pronta accoglienza gestite dal consorzio. Da quest’anno, infatti, Equi-libristi collaborando anche con il coordinamento del Patto per la Lettura, metterà a disposizione libri gratuitamente non solo in bar e locali, ma anche nei centri di accoglienza del consorzio Arcolaio. Le strutture per il momento sono tre, San Sisto, Residence Gandhi e Battiferri, nei rispettivi quartieri di San Donato-San Vitale e Navile.

Biblioteche gratuite anche per i più piccoli

Il progetto nei centri di accoglienza è nato su impulso di una pedagogista, che ha deciso di contattare Equi-libristi per creare delle biblioteche dedicate soprattutto a bambini e bambine, ragazzi e ragazze, e grazie all’aiuto di Bibli-Os’, già impegnata nella creazione di spazi di lettura a disposizione del reparto pediatrico dell’Ospedale Sant’Orsola-Malpighi.
I libri, ma anche albi illustrati e silent book, sono stati raccolti attraverso donazioni da parte di Equi-Libristi e Bibli-Os’, concentrandosi particolarmente sulla letteratura per l’infanzia e promuovendo anche occasioni di lettura ad alta voce. Numerosi studi di Nati per Leggere, infatti, evidenziano come la lettura da parte di un genitore rafforzi il legame affettivo e migliori l’apprendimento e gli sviluppi linguistici, emotivi e relazionali in un’età delicata come quella dell’infanzia e dell’adolescenza.

Chiunque, sia gestori di locali che cittadini, può associarsi a Equi-libristi e raccogliere o donare libri: l’obiettivo di questa iniziativa è quello di recuperare libri inutilizzati e attrarre nuovi lettori sfruttando luoghi di diffusione non tradizionali, in modo tale da raggiungere anche tutte quelle persone che non frequentano i luoghi istituzionali della lettura come, ad esempio, librerie e biblioteche. Questo progetto ha riscosso un grande successo, dal momento che sempre più persone donano libri e stanno nascendo costantemente nuove Bookstation sul territorio bolognese.

ASCOLTA L’INTERVISTA A FABRIZIO DI EQUI-LIBRISTI: