Arturo, nuova rubrica libri di RCF: interviste, consigli di lettura, bigliografie, letture e appuntamenti. In fondo all’articolo le interviste e il profilo su Anobii, social network dei libri e dei lettori.

INTERVISTA Ugo Mattei, Beni Comuni, Laterza 2011
In tempi di crisi economica uno dei modi per far cassa è privatizzare, gli Stati vendono le proprie aziende o beni per ripianare debiti e rilanciare l’economia. Solo che questi sono beni comuni, e cederli a chi segue interessi privati è un rischio. In questo agile saggio-manifesto Mattei offre una panoramica di questi beni: strade, scuole, informazione, risorse naturali, territorio e grandi opere. Ne marca il valore colletivo fino a considerarli come riconquista di spazi pubblici autenticamente democratici, base per un pensiero politico e istituzionale nuovo e radicalmente alternativo fondato sulla qualità dei rapporti e non sulla quantità dell’accumulo: “i beni comuni non sono una merce declinabile in chiave di avere. Sono una pratica politica e culturale che appartiene all’orizzonte dell’esistere insieme”.

Per rimanere all’Italia di oggi ci sno due aspetti: la vittoria del referendum su acqua e nucleare, Mattei riostruisce anche come si è arrivati a questo risultato, e le intenzioni, per ora solo epsresse e non apllicate del goveno Monti. Mattei scriveManovre sinistre si avvertono sul fronte dell’acqua”.


BIBLIOGRAFIA ECONOMIA: ogni settimana una carrellata di libri su un tema di attualità.

Situazione italia: Luciano Gallino, Finanzcapitalismo, Einaudi 2011

Situazione mondiale: David Harvey, L’enigma del capitale, Feltrinelli 2011

Il ‘29: John K. Galbraith, L’economia della truffa. I limiti dell’economia globale, la storia di una crisi annunciata,BUR

New deal: John Maynard Keynes, Esortazioni e profezie, Il Saggiatore 2011 – Sono un liberale ?, Adelphi 2011

Il filosofo: Zizek Slavoj, Vivere alla fine dei tempi, Ponte alle grazie 2011

Il giornalista: John Lancester, Dalla bolla al crac, Fusi Orari 2008

Narrativa: William Gaddis, JR, alet 2008

 

LIBRO LETTO Stephen King, 22 11 63, Sperling Kupfer
Il numero del titolo è una data che tutti ricordano: il 22 novembre in cui venne ucciso JFK, il presidente degli Stati Uniti amatissimo e odiatissimo in visita a Dallas. Sulla morte sì è scritto, filmato e discusso per anni, e ancora non è chiaro chi abbia eseguito e comandato qull’omicidio. A distanza di quasi 50 anni il maestro della letteratura dell’horrore si cimenta con quel giorno immaginando un uomo che potendo tornare indietro nel tempo vuole fermare il presunto assassino Lee Oswald. King non crede nelle teorie cospirative “abbiamo bisogno di credere che non può essere stato un poveraccio come Oswald e quindi pensiamo alla Cia, alla mafia, agli anticastristi, piuttosto di accettare che viviamo in un universo assurdo”.

 

VIAGGIATORI DI CARTA Alessandra Tomassini legge Banana Yoshimoto

 

APPUNTAMENTI
sab 14 genn @ Modo Info Shop h18.30 “Come to the Sabbat. I suoni e le idee della Britannia esoterica” di Antonello Cresti. Sarà presente il giornalista musicale Aurelio Pasini

mar 17 genn @ Scuderie h21 “Beni comuni. Dalla teoria all’azione politica” (Dissensi Edizioni) di Alberto Lucarelli, Assessore ai beni comuni, informatizzazione e democrazia partecipativa del Comune di Napoli. Ne discutono con l’autore Gianni Rinaldini (uniti per l’alternativa), Gianmarco De Pieri (centro sociale Tpo) Nunzia Catena (rete@sinistra)

mar 17 genn @ Ambasciatori h18 “I ragazzi del ’77. Una storia condivisa su Facebook” di Enrico Scuro (Baskerville). Intervengono con l’autore Luca Alessandrini, Pino Cacucci, Michele Smargiassi, Filippo Scozzari e gli editori Maurizio Marinelli e Oderso Rubini.

mar 17 genn @ Feltrinelli Ravegnana h18″Liberi di non credere” (Editori Riuniti) Raffaele Carcano, segretario dell’Uaar.

mer 18 genn @ Ambasciatori h18 “Una via di fuga” di Piergiorgio Odifreddi (Mondadori). L’autore dialoga con Stefano Bonaga.

mer 18 genn @ Feltrinelli Ravegnana h18 “Avanti Popoli!” (Marsilio) di Alessandro Lanni. L’autore ne parla con Nadia Urbinati.