Radio Contrabanda, storica radio libera di Barcellona, è a rischio chiusura.

Il governo catalano ha infatti deciso di multare la radio di 100.000 euro, utilizzando espedienti burocratici, così come sta facendo in generale con tutte le radio libere catalane. Dietro a questioni meramente tecniche si celerebbe quindi un preciso disegno politico, che rientra perfettamente nel clima repressivo che sta investendo la Generalidad e la Spagna in generale. Radio Contrabanda, infatti, è solo una delle radio libere di Barcellona vittime della repressione: il rischio è che tutte queste realtà si vedano impossibilitate a trasmettere. Per saperne di più e dare il proprio contributo, cliccate qui.

Ci ha spiegato la questione Steven Forti, che conduce Zibaldone, un programma in lingua italiana su Radio Contrabanda: qui sotto puoi ascoltare l’intervista

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61