Giovedì 10 giugno arrivano gli Appunti per una visita guidata al Museo Pasolini, a cura di Ascanio Celestini, che a partire dagli spazi espositivi del MaMbo vuole riflettere sulla creazione di un possibile Museo Pasolini. Un evento che fa parte del cartellone di Bologna Estate 2021.

Sulle tracce di Pasolini a partire dal museo MaMbo

Che cosa dovrebbe contenere uno spazio espositivo dedicato a Pier Paolo Pasolini? Questo il quesito e l’ispirazione che ha spinto Ascanio Celestini a condurre una speciale visita guidata, realizzata in tre repliche, attraverso i microfoni della web radio NEU Radio, in diretta dallo studio del MaMbo.
L’autore vestirà i panni di uno speaker radiofonico, e il pubblico potrà seguire la sua narrazione giovedì 10 giugno tra le 18 e le 20, attraverso il proprio smartphone, ma anche in presenza dalle sale espositive e ci sarà la possibilità di interagire telefonicamente, rispondendo alla domanda centrale del lavoro di Celestini, “cosa dovremmo vedere nel Museo Pasolini?”.

L’obiettivo del progetto di Mismaonda, è ricostruire la storia di Pasolini e un’importante parte della storia d’Italia, proprio attraverso la raccolta di elementi storici, artistici, sentimentali, per costruire narrativamente un ipotetico Museo Pasolini, interrogando direttamente chi Pasolini lo ha conosciuto e studiato.

E se Bologna è l’ideale punto di partenza per iniziare una ricostruzione della vasta ed eterogenea produzione pasoliniana, lo è ancor di più il MaMbo.
Come spiega Roberto Grandi, Presidente di Bologna Istituzione Musei, nel museo «Pasolini c’è da un lato e dall’altro c’è come presenza per sottrazione».
Innanzitutto perché all’interno degli spazi museali, è ospitato il quadro di Renato Gattuso, Funerali di Togliatti, opera legata a doppio filo a Pasolini. Infatti nella tavola pittorica, tra i vari personaggi rappresentati, tra cui Visconti, Carlo Levi ed Elio Vittorini, c’è un viso che potrebbe essere Pasolini. Dunque l’autore sarebbe inscritto all’interno della rappresentazione.
Dall’altra parte nel film pasoliniano Uccellacci Uccellini c’è una scena in cui si fa proprio riferimento all’opera pittorica di Gattuso.
Inoltre, come ci ricorda Roberto Grandi, il museo Morandi stesso, per assenza, è presente nella storia di Pasolini: perché Giorgio Morandi avrebbe dovuto essere tema di ricerca della tesi di laurea di Pasolini, ma che poi in seguito a tutta una serie di coincidenze, l’argomento dell’elaborato venne cambiato, rivolgendosi alla lirica pascoliana.

Per tutte le informazioni, e per prenotare la partecipazione a questo evento, visita il sito del MaMbo, e il sito di Neuradio per la modalità a distanza.

ASCOLTA IL CONTRIBUTO DI ROBERTO GRANDI:

Articolo precedenteLorenzo Kruger al Coccobello 2021 con il singolo “Con me low-fi”
Articolo successivoGiornata Mondiale del Rifugiato 2021 a Bologna: Call For Artists #ilcieloèditutti